martedì 27 settembre 2016 - Aggiornato alle 05:35
8 settembre 2016 Ultimo aggiornamento alle 12:40

Terremoto, un euro in solidarietà per ogni spesa nei supermercati Emi

L'iniziativa sabato 10 nei punti vendita di Umbria, Marche, Toscana e Lazio. Sulla pagina Facebook gli utenti sceglieranno a quale progetto destinare i soldi

Terremoto, un euro in solidarietà per ogni spesa nei supermercati Emi

Un euro destinato alla ricostruzione di Amatrice per ogni spesa fatta all’interno dei supermercati Emi e ipermercati Emisfero nella giornata di sabato 10 settembre. Questa è la promessa del Gruppo Unicomm, presente con oltre 450 punti vendita in sette regioni italiane con diverse insegne, nel Centro Italia con Emi Supermercati, Emisfero Ipermercato e C+C Cash&Carry nei confronti delle popolazioni colpite dal terribile sisma del 24 agosto scorso.

Soldi per il terremoto «Ci sembra il modo migliore per aderire alle richieste pervenute dalle amministrazioni locali dei comuni più danneggiati dal terremoto – spiegano i fratelli Marcello e Mario Cestaro, titolari di Unicomm –. Al momento non c’è necessità di cibo o di medicinali, arrivati in abbondanza nelle prime settimane, ma di fondi che aiutino la ricostruzione. Siamo imprenditori profondamente legati al territorio, nelle regioni colpite abbiamo negozi, collaboratori e tantissimi amici: questo ci sembra il modo migliore per mettere anche noi un piccolo mattoncino nella lunga strada per la ricostruzione».

Come funziona La particolarità dell’iniziativa sta proprio nella sua semplicità: non ci sono conti correnti su cui donare o punti fedeltà da raccogliere, perché sarà direttamente l’azienda a donare un euro per ciascuna spesa effettuata nella data di sabato. Per partecipare in Umbria Marche Toscana e Lazio sarà quindi sufficiente recarsi a fare la spesa in un qualsiasi supermercato ad insegna Emi o Emisfero e C+C cash and carry, insegne attraverso le quali Gmf, azienda del gruppo Unicomm opera nel centro Italia. Aderiscono all’iniziativa tutti i punti vendita che espongono il materiale informativo.

Scelta del progetto I clienti saranno poi chiamati a scegliere a quale progetto destinare le risorse: il Gruppo Unicomm chiederà infatti all’amministrazione locale di Amatrice un elenco di opere da finanziare e, sulla base di questa lista, darà la possibilità di esprimere una preferenza agli utenti della propria pagina Facebook. Questa modalità di scelta porta con sé un duplice effetto positivo: da un lato consentirà a tutti di verificare direttamente dove saranno effettivamente spesi i soldi raccolti, dall’altro contribuirà a mantenere alta l’attenzione sulla realtà delle popolazioni e dei comuni colpiti, coinvolgendo direttamente i clienti e i cittadini nell’operazione di rinascita delle aree martoriate dal terremoto. «Speriamo davvero che siano in tantissimi a raccogliere il nostro appello e a venire sabato in uno dei nostri Emi, Emisfero e C+C – concludono i fratelli Cestaro – Generalmente il sabato si recano presso i supermercati del nostro gruppo decine di migliaia di clienti: il nostro auspicio è che in occasione di questa iniziativa ci sia una crescita importante di presenze, perché ci consentirà di aumentare proporzionalmente la donazione alle popolazioni colpite».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250