venerdì 30 settembre 2016 - Aggiornato alle 22:17
3 settembre 2016 Ultimo aggiornamento alle 13:38

Terremoto, riapre al traffico la ‘Tre Valli’ tra Umbria e Marche. Marini ringrazia Anas

Le strade statali nella zona colpita, rimaste comunque percorribili dai mezzi di soccorso, sono ora tutte transitabili

Terremoto, riapre al traffico la ‘Tre Valli’ tra Umbria e Marche. Marini ringrazia Anas
Un mezzo Anas per le verifiche tecniche dopo il terremoto

A partire dalle 20 di venerdì, l’Anas ha riaperto al traffico la strada statale 685 “delle Tre Valli Umbre” tra le province di Perugia e Ascoli Piceno, dopo la chiusura disposta nei giorni scorsi a causa dei danni provocati dal sisma in vari punti dell’infrastruttura nel tratto tra Serravalle e Borgo Cerreto (Perugia) e tra il bivio per Castelluccio di Norcia e Arquata del Tronto. Le strade statali nell’area del sisma, che sono rimaste comunque sempre percorribili dai mezzi di soccorso, sono ora tutte transitabili e aperte al traffico.

Itinerario aperto L’itinerario Spoleto-Norcia-Ascoli Piceno è pertanto interamente percorribile. La circolazione sarà consentita a senso unico alternato regolato da semaforo limitatamente ad alcuni tratti dove sono in fase di ultimazione alcune lavorazioni che interessano le aree limitrofe alla strada: in particolare, due tratti in provincia di Perugia, nei comuni di Cerreto di Spoleto e Norcia, e quattro tratti in provincia di Ascoli Piceno, nel comune di Arquata del Tronto.

I lavori Gli interventi di ripristino, avviati da Anas immediatamente dopo le scosse dello scorso 24 agosto, hanno richiesto al momento un impegno complessivo di circa 1,3 milioni di euro e riguardano, in particolare: la riparazione del corpo stradale sconnesso in prossimità delle zone di attacco dei rilevati alle spalle di alcuni viadotti; il ripristino della volta di una galleria; il ripristino di una galleria paramassi e di altre opere di protezione delle carreggiata (reti e barriere paramassi); il consolidamento e la bonifica delle pareti rocciose.

Marini ringrazia «Devo rivolgere un pubblico apprezzamento a tutto il personale del Compartimento Anas dell’Umbria, ed al suo capo compartimento Raffaele Celia, per aver consentito – in tempi rapidi – la riapertura al traffico della strada statale 685 ‘delle Tre Valli Umbre’ fra le province di Perugia e Ascoli Piceno, di fondamentale importanza per la viabilità e la mobilità per Norcia e per tutta la Valnerina». È quanto afferma la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini. «Il contributo di Anas – sottolinea – è stato, ed è tuttora, di estrema importanza e devo dare atto alla dirigenza del Compartimento di aver offerto da subito la preziosa collaborazione, partecipando ai lavori del Centro operativo di protezione civile, attivato immediatamente dopo la prima scossa di terremoto, lo scorso 24 agosto. Quello dell’Anas è stato un contributo di professionalità e competenza. Aver reso di nuovo interamente percorribile questa importante arteria – conclude la presidente Marini – contribuisce a riportare alla normalità anche la vita dei cittadini di Norcia e di questo territorio, già duramente provati dagli eventi sismici di questi giorni».

Salaria La strada statale 4 “Salaria”, infatti, nonostante alcuni danni riportati in vari punti, è rimasta sempre transitabile ai veicoli leggeri e ai mezzi di soccorso, grazie agli interventi di emergenza effettuati fin dalle prime ore dal personale Anas, che sta tuttora presidiando il tracciato. Da lunedì scorso, dopo il completamento delle verifiche tecniche, è stato revocato il divieto di transito ai mezzi pesanti di peso superiore a 7,5 tonnellate tra Antrodoco e Arquata del Tronto. Nel tratto marchigiano della Salaria proseguiranno nei prossimi giorni le verifiche tecniche sui viadotti anche con l’ausilio di un By Bridge per le ispezioni al di sotto degli impalcati (foto allegata); durante tali attività il traffico sarà regolato in loco dal personale Anas. Si ricorda infine che la circolazione è consentita a unico alternato in due tratti tra Arquata del Tronto e Acquasanta Terme (Ascoli Piceno) dove sono in corso gli interventi per il ripristino delle barriere paramassi e interventi per il consolidamento delle pendici rocciose adiacenti la sede stradale.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250