4 settembre 2016 Ultimo aggiornamento alle 20:16

Terremoto, Ingv: «Così si è rotta la faglia, coinvolta striscia di 25-30 km tra Norcia e Amatrice»

Pubblicato primo rapporto di sintesi degli esperti: «Eventi coerenti con l’assetto tettonico dell’Appennino, attivato il segmento del Vettore»

Terremoto, Ingv: «Così si è rotta la faglia, coinvolta striscia di 25-30 km tra Norcia e Amatrice»
La mappa della rima stima preliminare dello scivolamento della faglia dopo il terremoto (Fonte: Ingv)

di Ivano Porfiri

«La struttura sismogenetica è orientata in direzione NNW-SSE (direzione appenninica) e si estende per circa 25-30 km tra i comuni di Norcia e Amatrice per una larghezza di circa 10-12 km ed una profondità di 10-12 km. Questo volume sismogenetico è caratterizzato dalla presenza di diversi segmenti di faglia di una certa complessità strutturale. La scossa principale del 24 agosto 2016 di magnitudo 6.0 ha verosimilmente rotto un segmento di faglia orientato NNW-SSE e immergente verso SW». Sono i risultati delle osservazioni degli scienziati dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, riportate nel Primo rapporto di sintesi sul terremoto di Amatrice, pubblicato il 29 agosto. Si tratta solo di una prima sintesi, una fotografia provvisoria con l’evento sismico ancora in corso, ma che dà una serie di risposte su ciò che sta avvenendo in una fetta tutto sommato molto circoscritta dell’Appennino centrale, alla congiunzione dei confini tra Umbria, Marche, Lazio e Abruzzo.

NUOVO CROLLO DELLE MURAFOTO – VIDEO
CONCERTONE DI UMBRIA JAZZ PER I TERREMOTATI
ERRANI E CURCIO IN UMBRIA
: FOTO – VIDEO – FOTO2
RIAPRONO I BAGNI DI TRIPONZO

Un primo quadro interpretativo «Le osservazioni preliminari raccolte (osservazioni sismologiche, geodetiche e geologiche) nell’area interessata dalla sequenza sismica di Amatrice e lo stato delle conoscenze scientifiche sui processi sismogenetici – scrive il Gruppo di lavoro Ingv sul ‘Terremoto di Amatrice’ –  permettono di elaborare un primo quadro interpretativo».

RIAPRE LA TRE VALLI
FOLIGNO, SCUOLA INAGIBILE: IPOTESI TRASLOCO ALLA CASERMA GONZAGA
SPOLETO, IL PUNTO SULLE SCUOLE
RIPRESA SCUOLA, PARLA L’ASSESSORE BARTOLINI

La rottura della faglia La rottura cosismica, si legge nel rapporto, «ha avuto inizio nei pressi della città di Accumoli e sembra essersi propagata bilateralmente verso S-SE in direzione di Amatrice e verso N-NW in direzione di Norcia. Il massimo della deformazione cosismica è ubicato nei pressi di Accumuli. Non è ancora chiaro se esiste continuità tra le due parti di faglia che hanno generato la scossa principale di ML 6.0, vale a dire se sia rotto un unico segmento di faglia, oppure se la rottura cosismica abbia interessato due segmenti differenti separati dalla discontinuità strutturale dell’Olevano-Antrodoco».

RENZI: FOTOGALLERY – VIDEO
«PIANA DI CASTELLUCCIO GIù DI 18 CM»
PRIMO TEMPORALE IN TENDOPOLI

Zona tra sismi Colfiorito e Aquila Nel rapporto si fa notare che «la sequenza sismica attuale ha interessato una stretta fascia, parallela all’asse appenninico in cui si concentra la maggior parte della sismicità strumentale, delimitata a sud dalla sequenza dell’Aquila del 2009 e a nord dalle sequenze della Valnerina del 1979 (terremoto di Norcia) e di Colfiorito del 1997» e «l’attività sismica registrata è coerente con il quadro tettonico attuale dell’Appennino Centrale caratterizzato da un regime distensivo e da meccanismi focali normali».

SAN PELLEGRINO: NUOVI CROLLI
PRESUNTI SCIACALLI A CASTELLUCCIO: DUE FOGLI DI VIA

Stretta fascia interessata Le repliche finora localizzate si distribuiscono «in una fascia tra Norcia e Amatrice lunga circa 25 km e larga circa 12. Le repliche di magnitudo maggiore sono concentrate ai due estremi della zona attivata con la scossa principale, in particolare nella zona di Norcia a NW, dove è stata localizzata la replica di magnitudo maggiore ML 5.3, e nella zona di Amatrice a SE. L’insieme delle repliche indica l’attivazione di un sistema di faglie orientato in direzione appenninica e interessato da forte complessità interna. Questo andamento è in accordo con il pattern di deformazione rilevato dal satellite».

L’ADDIO ALLA COPPIA DI ORVIETO
MESSA AL CAMPO SPORTIVO
L’ULTIMO ABBRACCIO A FLORIANA SVIZZERETTO

Che succede a Norcia L’attività sismica nel settore Nord-Ovest (quello compreso tra Accumoli e Norcia), fanno notare gli studiosi, «è molto dispersa e suggerisce l’attivazione di diversi segmenti di faglia a seguito della scossa principale del 24 agosto. In particolare, l’andamento delle repliche mostra l’attivazione del segmento di faglia del Monte Vettore e di diverse strutture antitetiche immergenti verso NE». La sismicità ha interessato la faglia del Vettore «con repliche di magnitudo tra 4.0 e 4.4 tra il 26 e il 28 agosto». Al contrario, «il settore sud-orientale del volume focale, tra Accumoli e Amatrice, mostra una minore dispersione e un allineamento coerente con la direzione del piano di faglia che ha dislocato durante la scossa principale». Niente di strano, tuttavia. Anche «i meccanismi focali delle repliche» sono infatti «coerenti con l’assetto tettonico dell’Appennino e con il movimento della faglia che ha generato la scossa principale del 24 agosto».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250