domenica 25 settembre 2016 - Aggiornato alle 21:06
24 agosto 2016 Ultimo aggiornamento alle 17:14

Terremoto, come dare una mano: i punti raccolta nelle città. Appello Avis: «Donate il sangue»

Gestire l'emergenza, Perugia: a chi rivolgersi. In fase di allestimento squadre di volontari, a Terni l’Urp prende i nominativi. Dal centro di Rieti richiesta lunga lista di medicinali

Terremoto, come dare una mano: i punti raccolta nelle città. Appello Avis: «Donate il sangue»

Come posso dare una mano? Tanti se lo chiedono ogni volta che c’è un evento catastrofico come il terremoto che, nella notte, ha colpito la zona al confine tra Umbria, Lazio e Marche. Non andando a intasare le strade nei dintorni delle zone più colpite, che servono ai soccorritori professionali, ma essenzialmente in tre modi: donando il sangue, acquistando beni da consegnare ai punti raccolta che si stanno organizzando nelle città e mettendosi a disposizione della Protezione civile. La Regione Umbria innanzitutto ha reso noto che i cittadini, i volontari e le associazioni che volessero dare il proprio contributo in questa delicatissimo e difficile momento, potranno rivolgersi direttamente al Centro di Foligno contattando il numero 0742/630777.

Avis: «Donare il sangue» «Le donazioni di sangue in Umbria nel periodo gennaio-luglio 2016 hanno subito un calo di circa il 4 per cento, la raccolta di agosto registra un ulteriore calo e l’intero sistema immunotrasfusionale regionale manifesta una notevole riduzione delle scorte». È quanto fanno sapere il Centro sangue e l’Avis regionale dell’Umbria. «L’evento sismico odierno – proseguono il Centro sangue e Avis Umbria – potrebbe richiedere che le strutture trasfusionali della regione debbano concorrere a soddisfare le esigenze degli ospedali interessati esaurendo così le già ridotte disponibilità. Rivolgiamo, quindi, un appello alla popolazione perché chi fosse nelle condizioni di salute idonee effettui una donazione di sangue nelle strutture trasfusionali di Perugia, Terni, Città di Castello e Foligno-Spoleto oltre che nei punti di raccolta fissi presenti sul territorio umbro. Rivolgiamo un particolare invito ai giovani perché diventino donatori periodici ricordando loro che le necessità sono quotidiane e non solo nelle ‘emergenze’. Un ulteriore appello anche ai già donatori periodici e associati perché incrementino le donazioni effettuandone in misura tale da garantire un afflusso costante nell’intero anno». Chi è stato in vacanza o ha soggiornato per almeno una notte in una delle province indicate di seguito deve far passare 28 giorni (causa potenziale contrazione di virus ormai endemici in quelle zone) prima di poter fare la donazione di sangue: Bologna, Cagliari, Carbonia-Iglesias, Cremona, Ferrara, Forlì-Cesena, Lodi, Mantova, Modena, Ogliastra, Padova, Parma, Pavia, Piacenza, Ravenna, Reggio-Emila, Roma, Rovigo, Verona.

Medicinali e altri beni necessari Dal campo di smistamento allestito a Rieti, i volontari fanno sapere che c’è bisogno di beni da campeggio come sacchi a pelo, tende, fornelletti, pentole, piatti in plastica, pannolini, carta igienica, assorbenti. A tutti questi prodotti si aggiunge una lunga lista di medicinali: Enalapril, Omnic, Cardioaspirin, Lantus, Crestor (da 5, 10 e 20 mg), Simvastatina, Xanax, Met Formina, Eutirox 150, Efexor, Olevia, Ramipril, Inegy, Lansoprazolo, Iperten 20, Rinazina, Rinostil, Malox, Fosipres, Losaprex, Muscoril, Connettivina.

A chi rivolgersi Per ogni informazione ci si può rivolgere alle sedi dei servizi nelle Aziende ospedaliere o sanitarie locali o dell’Avis presenti in Umbria e rilevabili dai siti internet www.avisumbria.it,www.ospedale.perugia.it/strutture/servizio-immunotrasfusionale, www.uslumbria1.gov.it/servizi/medicina-trasfusionale-aziendale, www.uslumbria2.it/servizi/immunoematologia-trasfusionale-foligno-spoleto, www.aospterni.it/struttura_aosp.asp?id=86&cod=185. «Confidiamo – concludono dal Centro sangue e dall’associazione di volontari – nella sensibilità, nel senso civico e di solidarietà perché le strutture sanitarie ospedaliere abbiano costanti e sufficienti disponibilità di sangue e dei suoi componenti e derivati».

La protezione civile Fin dai minuti successivi al sisma si è attivata la protezione civile, con riunioni operative per il primo soccorso alle persone, la predisposizione di campi per ospitare gli sfollati, per la valutazione dei danni alle cose. È la protezione civile, dunque, che coordina la macchina dei soccorsi, sia in Umbria che nelle altre regioni. Dunque, chi vuole mettersi a disposizione deve rivolgersi alla Prociv. I cittadini ternani, ad esempio, che vogliono dare disponibilità a future azioni di sostegno alle popolazioni colpite o che vogliono mettere a disposizioni materiali, attrezzature, somme di denaro, possono contattare l’Urp in via Roma, 40 (di fronte all’ingresso del Politeama), è possibile contattare telefonicamente gli operatori al numero 0744 432201 o lasciare un messaggio in segreteria telefonica allo 0744 432201, spedire una e-mail all’indirizzo sportello.cittadino@comune.terni.it, inviare un fax al numero 0744 435165. Sul web sarà possibile fornire la propria disponibilità anche in un’apposita sezione del portale di partecipazione prendoparte.it

Squadre al lavoro Una squadra dal Ternano composta da alcuni operatori del Comune di Orvieto coordinati dalla Provincia di Terni per recarsi a Norcia. La squadra, diretta dal responsabile provinciale Giampaolo Pollini, opererà sotto la direzione della Regione dell’Umbria che coordina tutti gli interventi. Attiva a Terni anche la Prociv comunale che per ogni segnalazione mette a disposizione i numeri 0744 549826/549821. L’ufficio relazioni con il pubblico di Palazzo Spada sarà invece a disposizione dei cittadini che vogliono dare la loro disponibilità per partecipare ad eventuali azioni di assistenza alle popolazioni del Lazio, delle Marche e dell’Umbria colpite dal terremoto della scorsa notte. All’Urp del Comune di Terni sono pervenute tante disponibilità per partecipare ad azioni di volontariato nell’assistenza alle popolazioni colpite dal sisma. Lo sportello del cittadino sta raccogliendo i nominativi e per facilitare il censimento è stato attivato sul portale di partecipazione prendoparte.it un’opposita sezione che contiene anche un modulo da riempire per le varie disponibilità. L’intenzione del Comune di Terni è di utilizzare al meglio queste disponibilità nell’ambito di progetti futuri che saranno concordati e coordinati con la Regione e la Protezione civile. Le persone che hanno mostrato la loro solidarietà saranno comunque tenute aggiornate degli sviluppi futuri.

Da Perugia Nel capoluogo di regione, invece, un primo nucleo di uomini del Gruppo comunale Perusia – coordinati da Celso Alunni, in diretto contatto con il Centro operativo – sono già partiti nella mattinata per Norcia, dove si metteranno a disposizione delle autorità locali e della Protezione Civile regionale. Altri ne seguiranno nelle prossime ore, se necessario. Questa sera, il sindaco Romizi si recherà di persona a Norcia, insieme ai tecnici, per fare il punto della situazione e offrire le competenze, i mezzi e gli uomini a disposizione. Chiunque volesse contribuire all’invio di materiali, cibo in scatola, attrezzi per scavi, coperte, saponi, acqua e altri beni di prima necessità può farlo inviando una mail all’indirizzo r.chiesa@comune.perugia.it per ricevere tutte le indicazioni dettagliate sulla tipologia di prodotti e le modalità di consegna. Nel capoluogo umbro, attivi diversi centri di raccolta: Circolo culturale islamico, Csoa ex mattatoio, circolo Arci Island Madonna Alta e a Monteluce al circolo Arci di Sant’Erminio. Beni e attrezzi da scavo potranno essere consegnati giovedì 25 agosto, presso la sede Prociv di Pian di Massiano, strada Santa Lucia 2, dalle ore 8. Per eventuali ulteriori informazioni potrà comunque essere contattato il seguente numero telefonico: 075-5774489. Le associazioni di Pretola organizzano una raccolta di aiuti che potranno essere consegnati nella sezione del Pd in via Tagliamento 70 giovedì e venerdì dalle 17 alle 22 e sabato dalle 9 alle 13. A San Giustino Rifondazione comunista in collaborazione con le Brigate di solidarietà attiva e in accordo con la Prociv, raccoglie viveri e di beni di prima necessità in via Valdarno. Appuntamento per venerdì 26 Agosto dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 20 nei locali accanto al ristorante ‘Il posto giusto’ (fuori da questi orari chiamare 339264356 Andrea o al 3450462626 Massimiliano).

Arci L’Arci invita i propri  soci e le proprie socie , le proprie  basi associative presenti in tutto il territorio nazionale,  ad attivare una raccolta  di donazioni e fondi. Sul sito disponibile il codice Iban

Terni La Curva Nord della Ternana organizza una raccolta di beni di prima necessità da destinare a chi sta subendo la terribile tragedia. Il punto di raccolta si terrà da mercoledì pomeriggio fino a sabato 27 al bar Macedonia dalle 17.30 alle 19.30. Il materiale, fanno sapere gli ultrà rossoverdi, verrà consegnato al centro di raccolta della Croce rossa di Rieti che si occuperà di distribuirlo nelle zone colpite dal sisma a seconda delle esigenze. In un primo momento saranno raccolti acqua, medicinali di base, coperte, vestiti e biancheria intima, cibo in scatola a lunga conservazione e prodotti per l’igiene. I genitori del Terni Est organizzano a loro volta una raccolta di beni di prima necessità nel piazzale antistante il bar del campo fino alle 23 di giovedì. Richiesti latte, acqua, coperte, pasta, pannolini, vestiario per bambini e tutto ciò che sia a lunga conservazione. I beni saranno consegnati alla protezione civile di Rieti. A Giuncano fino alle 23 di mercoledì presso il Centro Valserra si raccolgono beni di prima necessità e attrezzi da lavoro, quindi anche pale e picconi. L’associazione Luce Per Terni raccoglie al Peter pub di Stefania Rossi in strada delle Campore 30/a dalle 18.30 alle 04.00 di mattina mentre nella giornata potete chiamare il numero 338/3518693 o 388/3446851

Prociv e non solo  Per la raccolta del materiale la protezione civile di Terni è operativa in via Casali, presso ex facoltà di Sciaenze della comunicazione a Maratta Bassa. Cercansi materiale per l’igiene personale, alimenti a lunga scadenza, mascherine per la polvere ed acqua; informazioni allo 0744 549826. ‘Nessun dorma’ è l’iniziativa di solidarietà lanciata dall’associazione Stella Maris, la raccolta è allestita presso il circolo Matteotti di via Sibilla Aleramo 18 e in Valnerina presso il Comune di Montefranco. L’associazione offre la possibilità di donare soldi, la referente è Valentina Tazza. Le famiglie del Leonino stanno organizzando una raccolta di beni di prima necessità presso l’istituto in via Saffi 8, giovedì aperto dalle 7.30 alle 23. Quanto raccolto sarà consegnato alla Diocesi di Rieti che provvederà a distribuirlo direttamente nelle zone colpite. Don Angelo D’Andrea, parroco di Campomicciolo attende in parrocchia chi vuole dare una mano e comunica che è attivo un conto corrente bancario, avente come codice iban: IT35 S 05034 14400 0000 0000 2377 per Emergenza terremoto 24 agosto 2016. Le somme saranno unite alla raccolt straordinaria fondi che i Vescovi di Italia hanno indetto per domenica 18 settembre, durante tutte le messe domenicali. Nella Chiesa del Sacro Cuore Immacolato di Maria, giovedì sera alle ore 21.30 veglia di preghiera per i terremotati, viventi e defunti, animata dai giovani del Movimento per la vita di Terni.

AMAtriciana Anche dai ristoranti un aiuto alle popolazioni colpite dal sisma, con riferimento ad Amatrice, il paese simbolo della tragedia perché devastato: per ogni piatto di Amatriciana, 2 euro donati agli sfollati; uno a carico del cliente e uno a carico dell’esercizio. A Terni già due locali hanno aderito: il Fat del Caos e Unto.

Spoleto «Abbiamo preso accordi con la Sede operativa Confcommercio di Rieti – si legge in una nota – e, avvisata anche la Protezione Civile di Spoleto, avvieremo per oggi fino a data da definire un punto di raccolta beni per le zone colpite dal terremoto di questa notte. Certi della vostra solidarietà e collaborazione vi aspettiamo in Loc. Maiano 50/A, luogo del punto di raccolta. C’è bisogno di: acqua; prodotti alimentari a lunga conservazione; coperte; abbigliamento. Per tutte le info contattare il numero 3930120789 (Diego) oppure 3406468980 (Samuele).

A Foligno I volontari delle Brigate di Solidarietà in azione per la raccolta di cibo e di altro materiale di prima necessità: dopo essere stati alla Coop, nel pomeriggio si sposteranno dalle 15 alle 18 al Cityper di Trevi. Al momento sono stati raccolti oltre 500 kg di prodotti. Per chi volesse dare una mano può contattare il 3204317327.
Libera Foligno organizza per  giovedì 25 agosto una raccolta viveri la popolazione di Amatrice. Dalle 15 alle 19 volontari al Conad Tulipano(Oviesse). Come sempre richiesti cibi a lunga conservazione ma anche carta igienica, sapone, tovaglioli, shampoo, asciugamani, accappatoi, dentifrici, spazzolini e indumenti i ottimo stato; i ragazzi del presidio partiranno venerdì per la volta di Amatrice per consegnare i viveri raccolti.  Per qualsiasi cosa contattate Filippo al 3802156847.

Assisi Raccolta generi di prima necessità giovedì al mercatino di San Rufino in piazza del Comune e a Santa Maria degli Angeli.

Todi Per chi volesse contribuire ai primi soccorsi è in corso una raccolta di coperte nuove e di acqua in bottiglie da 0,5 litri che potranno essere consegnate al Magazzino comunale di Todi, presso la zona industriale di Pian di Porto, Voc. Bodoglie 148/S. Personale della protezione civile garantirà l’apertura dalle ore 8 alle ore 20 per le prossime 48 ore.

Bastia Umbra e Corciano presso la sede della locale protezione civile, fino alle 23 di mercoledì è possibile contribuire alla raccolta di coperte e vestiario (in buono stato) per le persone colpite dal terremoto. Il Comune di Corciano informa che giovedì dalle 9 alle 19 sarà in funzione un centro raccolta beni (dai cibi non deperibili alle lenzuola, dai prodotti per la pulizia personale a torce e pile e altro ancora) alla sala XX Secolo, all’interno della biblioteca comunale.

 

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250