sabato 1 ottobre 2016 - Aggiornato alle 17:27
30 agosto 2016 Ultimo aggiornamento alle 10:05

Terremoto, dal Todi festival artisti devolvono il cachet. Raccolta fondi al concerto di Gianna Nannini

La generosità di Gaia Servadio e Stefano Giardino a Todi protagonisti mercoledì di 'Rossini allo specchio'. A Spello presente la Croce rossa

Terremoto, dal Todi festival artisti devolvono il cachet. Raccolta fondi al concerto di Gianna Nannini

Prosegue l’impegno degli artisti verso le popolazioni colpite dal terremoto del 24 agosto. Messaggi di solidarietà vengono dal Todi festival e da Gianna Nannini.

Todi festival Hanno scelto di devolvere il loro cachet alle popolazioni colpite dal terremoto di Marche e Lazio, Gaia Servadio e Stefano Giardino, protagonisti di Rossini allo specchio, in programma mercoledì 31 agosto, alle 19, al Teatro Nido dell’Aquila. La celebre scrittrice italiana e il noto pianista racconteranno, con parole e musica, Giocchino Rossini, probabilmente il compositore italiano più celebrato al mondo. E di Rossini ci sarà la musica, ma anche la sua passione per donne e cibo, il rapporto con il popolo e i potenti, fino a quella depressione che lo portò a voltare pagina. La quinta giornata dell’edizione del trentennale di Todi Festival inizierà alle 17 con la presentazione del libro Io ti immagino. L’eclissi dell’intelletto e la filosofia narrativa di Igor Sibaldi, che, in questo testo, riafferma l’autentico ruolo che l’immaginazione riveste nella psiche e nella percezione. L’appuntamento è alla libreria Ubik. Alle 18.30, alla sala affrescata di via del Monte, nell’ambito dell’installazione Natura Casarciccia Poesia di Ilana Efrati, l’autrice incontrerà il professor Giorgio Comez e la dottoressa Bruseghin. Il cartellone del Teatro Comunale prevede, alle 21, un altro incontro, quello Tra amici a Todi, ovvero Erri De Luca, Gabriele Mirabassi e Roberto Taufic. Un evento esclusivo per il Todi Festival in cui i tre protagonisti, ognuno con lo strumento prediletto, si intratterranno in una chiacchierata intima, musicale e poetica.

Avvio positivo Ed è positivo il bilancio dei giorni iniziali della trentesima edizione del Todi Festival che prosegue fino al 4 settembre. Le mostre di Piero Pizzi Cannella e di Rosella Fumasoni, rispettivamente alla sala delle Pietre e alla sala della Pinacoteca, hanno acceso le luci sulla manifestazione, attirando la curiosità di centinaia di visitatori. Positivi anche i riscontri per l’installazione alla sala affrescata di via del Monte, firmata dalla stilista israeliana Ilana Efrati. Dopo lo spettacolo inaugurale, Il Legame, che ha messo confermato la scelta della prosa nel festival, mettendo in scena al Teatro Comunale un testo da Le Lien di Amanda Sthers, inedito in Italia, il Festival è andato avanti con appuntamenti di grande successo. Il critico e storico dell’arte Flavio Caroli, per esempio, ha riempito la sala delle Pietre con la lectio magistralis dedicata ai grandi maestri della storia dell’arte e con la dissertazione dedicata al Tempio della Consolazione di Bramante. Un appuntamento che ha accompagnato il pubblico fino al travolgente duetto tra Elio Pandolfi e Marco Scolastra. In un Nido dell’Aquila stracolmo, il celebre attore e doppiatore, insieme al famoso pianista e compositore, ha raccontato la Poesia nel piatto, un connubio perfetto di narrazioni e musica dedicato ai grandi della cultura e al loro rapporto con la cucina. Un Pandolfi straripante che ha chiuso l’esibizione con un extra di 20 minuti profondamente apprezzato dal pubblico. Pubblico che ha continuato a rispondere in modo estremamente positivo anche al “diversamente musical” diretto da Enzo Iacchetti, Come Erika e Omar, è tutto uno show, una vera e propria provocazione, ma utile per riflettere sull’uso, a volte improprio, della cronaca nera. L’onda positiva è proseguita anche lunedì. Oltre cinquecento gli spettatori a spasso per i teatri di Todi, con la compagnia Malabranca impegnata a replicare a sorpresa il suo Calaveras Kabarett, dopo la prima andata rapidamente esaurito. Prove aperte, per accontentare le numerose richieste degli spettatori, per Le Metamorfosi di Ovidio che mercoledì animeranno il Castello di Petroro. Caterina Casini ha convinto e appassionato il pubblico del Comunale nelle vesti di Peggy Guggenheim, riscontrando consensi unanimi. Messi in archivio i primi quattro giorni del trentennale, c’è già fermento, con informazioni e prevendite, per il rush finale che culminerà, domenica 4 settembre, con il concerto di Ezio Bosso in piazza del Popolo.

Gianna Nannini Nel segno della solidarietà anche il concerto di Gianna Nannini a Villa Fidelia per la rassegna ‘Villa Fidelia Estate’. L’Athanor Eventi, in collaborazione con Croce Rossa Italiana – Comitato di Spello, con il patrocinio della Provincia di Perugia e del Comune di Spello, organizza una raccolta fondi in favore delle popolazioni terremotate dopo il sisma che ha colpito le regioni Umbria, Lazio e Marche. All’interno di Villa Fidelia sarà presente una postazione della Croce Rossa Italiana – Comitato di Spello che provvederà alla raccolta fondi che saranno devoluti equamente a tutti i centri colpiti dal recente sisma. Tutte le aziende che hanno contribuito alla realizzazione di ‘Villa Fidelia Estate’ parteciperanno alla raccolta. «Un gesto di solidarietà nei confronti di un territorio a noi vicino, un piccolo aiuto alla ricostruzione di un tessuto sociale fondamentale per la sopravvivenza di tutte le attività culturali», affermano dalla Athanor Eventi.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250