venerdì 30 settembre 2016 - Aggiornato alle 00:06
24 agosto 2016 Ultimo aggiornamento alle 16:50

Terremoto, chiusi tratti di tre strade tra Norcia, Arquata e Castelluccio. Ok ferrovie e linee elettriche

Per alcune ore stop al traffico lungo alcuni chilometri delle provinciali 476 e 477 e della Tre Valli. Nessun problema per i treni già dalle 7. Enel, solo un sostegno danneggiato

Terremoto, chiusi tratti di tre strade tra Norcia, Arquata e Castelluccio. Ok ferrovie e linee elettriche
I danni del terremoto sulla Tre Valli (foto F. Troccoli)

Rientrerà solo nelle prossime ore nella normalità la situazione di alcune strade interessate dal violento sisma che ha scosso nella notte l’area tra Norcia, l’alto Lazio e le Marche. Secondo quanto comunica la Provincia di Perugia, con due ordinanze sono state chiuse la provinciale 476 di Norcia e la provinciale 477 di Castelluccio. Per la SP 476 il tratto chiuso è il terzo, dal km 2+500 al km 4+850, mentre per la SP 477 è il primo. Il provvedimento si è reso necessario a causa del distacco di rocce dalla scarpata di monte che hanno provocato il danneggiamento del tratto di barriere dei paramassi presente. I tratti rimarranno chiusi fino al termine del pericolo. Per quanto riguarda Anas, da questa notte sulla rete stradale di competenza sono al lavoro circa 40 tra cantonieri e tecnici con oltre 30 mezzi.

LA DIRETTA NON STOP

Strade e ferrovie Tra le province di Perugia e Ascoli Piceno, è chiusa la strada statale 685 delle Tre Valli Umbre nel tratto compreso da Norcia ad Arquata del Tronto (Ascoli Piceno) a causa dei danni al corpo stradale rilevati in prossimità di un viadotto e in vari punti del tracciato. Nelle prossime ore è prevista la riapertura del solo tratto tra Norcia e il bivio per Castelluccio, già transitabile dai mezzi di soccorso. Sul versante umbro invece la stessa strada è chiusa tra Serravalle e Borgo Cerreto a causa dei danni riscontrati in una galleria. Nel tratto intermedio tra Norcia e Serravalle il transito è consentito ai mezzi di soccorso e ai residenti. Per quanto riguarda il traffico su ferro invece la situazione già poco dopo le sette del mattino, dopo una temporanea interruzione, era tornata alla piena normalità. Nelle primissime ore dopo il sisma sono state monitorate la Orte-Foligno, la Foligno-Terontola, la Ascoli-Porto d’Ascoli,la Civitanova-Albacina, la Giulianova-Teramo e la Roma-Avezzano, la Falconara-Fabriano e la Foligno-Fabriano.

SCOSSA DA 142 SECONDI E 150 REPLICHE IN POCHE ORE

Le linee elettriche Pochissimi i problemi relativi all’energia elettrica: Enel ha segnalato solo interruzioni nella notte di singole forniture di bassa tensione a Madonna della Neve e Castel Santa Maria, nel Comune di Cascia, e altre utenze sparse tra Norcia e Cascia. Tutte le linee di media tensione dell’Umbria sono in servizio e nel corso della giornata sono in programma interventi con interruzione programmata del servizio per circa due ore a Campi, Sant’Angelo e Ancarano nel comune di Norcia. L’intervento sarà propedeutico alla riparazione di un sostegno leggermente danneggiato anche se la linea attualmente è in servizio. In serata, infine, è previsto un intervento per la messa in sicurezza della linea di media tensione che alimenta la galleria dell’Anas di Forca Canapine, lungo il tratto fra Norcia e Arquata del Tronto.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250