venerdì 30 settembre 2016 - Aggiornato alle 17:10
14 settembre 2016 Ultimo aggiornamento alle 17:04

Terremoto, casa su ruote consegnata a una famiglia di San Pellegrino di Norcia

Il sindaco di Gualdo Tadino Presiutti: «Quello di oggi è un primo segnale che ce la possiamo fare»

Terremoto, casa su ruote consegnata a una famiglia di San Pellegrino di Norcia

Consegnato un modulo abitativo innovativo ad una famiglia di S. Pellegrino di Norcia colpita dal sisma. Un gesto di generosità per risollevare le sorti di una famiglia rimasta senza tetto dopo il terremoto dello scorso 24 agosto nella frazione di S.Pellegrino di Norcia. E’ quello che è stato compiuto nella giornata di martedì dall’Ecosuntek, azienda gualdese che opera nel settore delle energie rinnovabili.

FOTOGALLERY

La consegna delle chiavi Alla presenza delle autorità del Comune di Norcia e del sindaco di Gualdo Tadino Massimiliano Presciutti, i rappresentanti dell’azienda di Gualdo Tadino hanno consegnato a una famiglia di San Pellegrino una struttura spaziosa e all’avanguardia, dotata di comfort. Si tratta di un prefabbricato indipendente sia dal punto di vista energetico che idrico, essendo dotato di impianto fotovoltaico, generatore eolico e sistema per l’accumulo di energia. Dispone di due camere, bagno e zona giorno. Una struttura di ultima generazione che permetterà ai 4 quattro componenti del nucleo familiare norcino,  di poter affrontare il proprio futuro con maggiore fiducia. «Ringrazio tutti i volontari della mia città (protezione civile, carabinieri, vigili del fuoco, corpo forestale) – ha sottolineato il sindaco Massimiliano Presciutti – che in questa triste vicenda si sono fin da subito adoperati per dare il proprio aiuto qui a Norcia. E ringrazio l’azienda gualdese che è l’autrice di questo gesto di solidarietà, che vuole significare anche che ci sono le condizioni per ripartire. Se siamo uniti, se stiamo insieme, grazie al lavoro di tutti riusciremo a dare risposte a questa comunità, come le abbiamo avute noi quasi 20 anni fa. Quello di oggi è un primo segnale che ce la possiamo fare».

Il messaggio «Ringrazio tutte le autorità presenti oggi – ha dichiarato l’amministrato delegato Matteo Minelli dell’azienda che ha donato il modulo – che si sono adoperate fin dal primo giorno per far si che il modulo fosse donato ad una famiglia che ne avesse bisogno. Questa iniziativa nasce da una forte collaborazione tra la nostra impresa, il mondo del sociale e quello delle istituzioni. E’ un modulo costruito a nostre spese che avremmo voluto donare il più tardi possibile, ma purtroppo dopo questo ultimo terribile terremoto, si è reso necessario farlo adesso. Abbiamo scelto, così, di consegnarlo ad una comunità molto vicina a noi. Spero che questo gesto dia a queste persone la forza per rinascere e ripartire per costruire un futuro migliore».

 

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250