giovedì 29 settembre 2016 - Aggiornato alle 18:57
26 aprile 2016 Ultimo aggiornamento alle 15:32

Terni, via al progetto ‘Acqua con noi': ragazzi in piscina durante l’orario scolastico

Durante la lezione di Scienze motorie attività sportive ed educative in vasca

Terni, via al progetto ‘Acqua con noi': ragazzi in piscina durante l’orario scolastico

Un accordo che prevede la possibilità di seguire la lezione di Scienze motorie invece che nella palestra della scuola direttamente in piscina. E’ l’idea portata avanti dalla società Piscine dello Stadio che gestisce gli impianti di proprietà comunale proprio con il patrocinio di Palazzo Spada e la collaborazione dell’Ufficio scolastico regionale. Il piano si chiama ‘Acqua con noi – Il nuoto in cartella’.

Come funziona Al momento la scuola interessata è la elementare ‘Falcone Borsellino’ con gli studenti delle classi prima, seconda e quarta che inizieranno dunque a portare avanti il progetto, che riguarda anche la possibilità di partecipazione per bambini diversamente abili. Saranno dunque loro i primi che durante le ore di scuola potranno iniziare a praticare anche l’attività in piscina. A presentare l’iniziativa a palazzo Spada il responsabile dell’Ufficio scolastico regionale Mauro Esposito, la dirigente delle Piscine dello Stadio Francesca Montanucci, la vice preside della Scuola Antonella Alunni Pistoli, il tecnico di nuoto Marco Peciarolo, il delegato del Coni di Terni Stefano Lupi e l’assessore allo Sport del Comune di Terni Emilio Giacchetti.

Il progetto «Questo tipo di accordo – ha spiegato Esposito – tra pubblico e privato sta dando buoni frutti e negli ultimi tempi viene sempre più spesso utilizzato. Per quanto riguarda questo caso ci sono state difficoltà nella prima fase quando si è trattato di reperire fondi, ma ora siamo nella fase conclusiva e sicuramente ne verrà fuori un bel vantaggio sia per i giovani che per le loro famiglie, sia sotto il profilo sportivo che sotto quello sociale».

Le attività Il programma prevede che le attività saranno rivolte in particolare all’apprendimento dell’acquaticità e delle diverse tecniche natatorie tramite proposte sia ludiche che formative. Attenzione anche su tecniche di salvamento, primo soccorso, ma anche pallanuoto e lezioni teoriche formative. Previste dieci lezioni, una lezione a settimana per classe: il progetto durerà dieci settimane che verranno pianificate in accordo con la scuola.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250