martedì 27 settembre 2016 - Aggiornato alle 05:36
10 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 11:44

Terni, task force per scrivere il futuro del polo universitario: priorità servizi, ricerca e docenze

Lunedì le nomine delle giunta regionale e stralcio di accordo quadro a stretto giro

Terni, task force per scrivere il futuro del polo universitario: priorità servizi, ricerca e docenze
Facoltà di ingegneria di Terni

Gruppo tecnico per il polo universitario di Terni. Questa la decisione presa martedì nell’ambito di un incontro andato in scena a Perugia nell’ufficio di presidenza della governatrice Catiuscia Marini dove si sono accomodati, tra gli altri, anche il rettore Franco Moriconi e il sindaco di Terni Leopoldo Di Girolamo, dopo l’allarme lanciato nei giorni scorsi dall’associazione Per Terni città universitaria che ha evidenziato il calo degli iscritti e le difficoltà economiche.

Gruppo di lavoro per il polo universitario di Terni In particolare, lunedì prossimo la giunta regionale delibererà la costituzione formale del gruppo di lavoro incaricato di lavorare alla definizione entro poche settimane di un programma di azione congiunto, quale stralcio dell’accordo quadro generale in via di definizione. Sul tavolo ci sarà il potenziamento dei servizi per gli studenti, della ricerca, della docenza, dell’edilizia universitaria e anche il ruolo dell’Università nell’ambito della ricerca in relazione all’istanza di area di crisi complessa per Terni e Narni. In particolare sull’edilizia universitaria, presenti all’incontro di martedì l’amministratore unico di Adisu Maurizio Oliviero e l’assessore con delega al diritto allo studio Antonio Bartolini, le parti hanno concordato sulla necessità di incrementare sia quantitativamente che qualitativamente la disponibilità di posti letto a favore degli studenti. Spetterà, quindi, al costituendo gruppo tecnico individuare le azioni più efficaci per il raggiungimento degli obiettivi definiti. L’incontro, a cui hanno partecipato anche il vicepresidente regionale Fabio Paparelli e il delegato per il polo di Terni Massimo Curini, è stato ritenuto «importante e proficuo perché – si legge in una nota della Regione – per la prima volta, tutti i soggetti coinvolti hanno affrontato in modo organico il futuro dell’Università a Terni e convenuto sull’opportunità di progettare e programmare congiuntamente il futuro dell’ateneo nel polo».

Di Girolamo: «Impegni confermati» Sul summit in Regione è intervenuto nella prima serata il sindaco Di Girolamo: «Gli impegni assunti e gli investimenti previsti verranno confermati- Relativamente alla riorganizzazione del personale accademico in seguito alla legge Gelmini è stato assunto l’impegno da parte della Regione di coprire con idonee risorse le necessità. Segnale positivo, questo, pur nella oggettiva difficoltà in cui versano attualmente gli Atenei. Anche per quanto riguarda le strategie da mettere in atto per mantenere un adeguato e degno futuro all’Università a Terni – prosegue il sindaco- confermo che c’è tutta l’intenzione di procedere in questa direzione. Sul progetto Campus residenziale nessun dietro front, ma una ponderata valutazione attraverso il gruppo tecnico, che avrà il compito di valutare ipotesi alternative, in linea con le esigenze emerse a seguito della riorganizzazione dovuta all’applicazione della legge Gelmini e alla tempistica di attuazione. Possiamo, quindi, assicurare che le risorse regionali destinate a Terni non saranno girate ad altre sedi, così come ci proponiamo di utilizzare pienamente le risorse destinate dal Miur. Riguardo l’ipotesi della Fondazione di partecipazione come strumento nuovo di un progetto di più ampio respiro per il Polo ternano, manteniamo la ferma convinzione della sua validità come mezzo di sviluppo di studi e ricerca, ma al momento abbiamo registrato difficoltà da parte degli interlocutori. Metteremo tutto il nostro impegno e convinzione per mantenere valida la proposta e porla nuovamente all’attenzione cittadina e dell’Università».

 

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250