martedì 27 settembre 2016 - Aggiornato alle 07:19
2 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 17:15

Terni, Stella Maris porta San Valentino in Vaticano e Arcangeli: «Santo Padre venga a trovarci»

Consegnata a Papa Francesco l’icona del patrono degli innamorati, a piazza San Pietro presente anche il consigliere dem Filipponi con la fascia tricolore del sindaco Di Girolamo

Terni, Stella Maris porta San Valentino in Vaticano e Arcangeli: «Santo Padre venga a trovarci»
foto Marta Rosati

Il patrono degli innamorati e della città di Terni entra in Vaticano grazie a una donazione di ‘Stella Maris-Amare con Amore’.

L’associazione ternana a piazza San Pietro

Stella Maris a Roma Una ristretta delegazione dell’associazione infatti, mercoledì ha partecipato all’udienza papale in piazza San Pietro a Roma (non era l’unico gruppo proveniente dalla Conca) e il presidente Luca Arcangeli ha donato al Santo Padre l’icona di San Valentino: «Un gesto simbolico- spiega – che vuole testimoniare l’attenzione dell’associazione al magistero di Papa Francesco. La sua capacità di cogliere le esigenze di un mondo in continua evoluzione e il suo sguardo verso i più deboli ispira le nostre azioni e dà forza alla nostra missione. Incontrarlo di persona è stata una grande emozione».

Il Comune di Terni Con il gruppo, a Roma, è andato anche il consigliere comunale del Pd Francesco Filipponi come rappresentante dell’amministrazione di Palazzo Spada, segno della vicinanza delle istituzioni all’associazione Stella Maris e del sostegno che il Comune intende dare alla mission in cui il presidente Arcangeli crede fermamente. Il democratico aveva con sé la fascia tricolore del sindaco Leopoldo Di Girolamo perché ricevesse la benedizione del Papa.

Papa Francesco La parabola di mercoledì quella del Fariseo e del Pubblicano dal Vangelo secondo Luca che termina con una sentenza ‘Chi si esalta sarà umiliato, chi si umilia sarà esaltato’. «Non si può pregare con arroganza e ipocrisia – ha detto Papa Francesco -, siamo tutti presi dalla frenesia dei ritmi quotidiani, occorre recuperare intimità e silenzio: è li che Dio ci incontra e ci parla. Il Fariseo – ha aggiunto – è l’icona del corrotto che fa finta di pregare, la superbia compromette ogni azione buona e ci allontana da Dio e dal prossimo; il Signore ha una debolezza per gli umili». Più volte il pontefice ha fatto poi ripetere alla folla di fedeli ‘Oh Dio, abbi pietà di me peccatore’. Nella lettera inviata al pontefice, il presidente di Stella Maris: «Santo Padre venga a Terni. La Tua Chiesa prega per Te».

Luca Arcangeli Il presidente dell’associazione Stella MAris fa sapere che presto presenterà il grande progetto per la Conca ‘AscoltiAmo’ e inaugurerà anche la nuova sede in via Aleramo 18, prevista per la festa della Repubblica ma slittata per motivi organizzativi.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250