giovedì 29 settembre 2016 - Aggiornato alle 05:19
6 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 19:46

Terni, smaltimento percolato dell’ex discarica di Valle: chiesto rinvio a giudizio per sindaco e altri 19

Nel mirino del pm Iannella esponenti della vecchia e attuale giunta, oltre tre tecnici. L'accusa è quella di turbativa d'asta, nel mirino l'assegnazione dei lavori

Terni, smaltimento percolato dell’ex discarica di Valle: chiesto rinvio a giudizio per sindaco e altri 19
Il tribunale di Terni (foto Rosati)

di Chia.Fa. e Mar.Ros.

Venti richieste di rinvio a giudizio per lo smaltimento del percolato prodotto nell’ex discarica di Valle. Ci sono il sindaco di Terni Leopoldo Di Girolamo, alcuni componenti della vecchia giunta comunale e altri della nuova, oltre a tre tecnici della direzione Ambiente di Palazzo Spada, al centro dell’inchiesta del pubblico ministero Raffaele Iannella che indaga per turbativa d’asta.

Venti richieste di rinvio a giudizio All’inizio di febbraio il magistrato aveva recapitato ai venti l’avviso di conclusione dell’indagine reso noto direttamente dal primo cittadino  «in un’ottica – aveva detto – di massima trasparenza». A dare input alle indagini della Guardia di Finanza, va detto, era stato proprio un esposto firmato dal sindaco Di Girolamo e dal segretario generale Giuseppe Aronica. Dopodiché nel mirino della Guardia di finanza sono finiti una serie di atti, complessivamente oltre cinquanta tra determine dirigenziali e delibera di giunta, con cui si sarebbe proceduto all’assegnazione dei lavori di smaltimento. Sulle pratiche adottate o votate, che si muovono in un periodo compreso tra il 2011 e il 2015, viene sostanzialmente contestata la mancata pubblicazione di gare ad evidenza pubblica, procedura che secondo la procura di Terni sarebbe stata aggirata attraverso il frazionamento degli appalti, così da poter assegnare direttamente i lavori.

Smaltimento percolato A decidere se a carico dell sindaco Di Girolamo e degli altri diciannove si aprirà il processo, sarà a ottobre il gup del tribunale di Terni di fronte al quale dovranno anche comparire Luigi Bencivenga, Libero Paci, Roberto Fabrini, Sandro Piermatti, Maria Bruna Fabbri, Silvano Ricci, Marco Malatesta, Renato Bartolini, Stefano Bucari, Simone Guerra, Emilio Giacchetti, Francesco Andreani, Cristhia Falchetti Ballerani, Carla Riccardi, Giorgio Armillei, Daniela Tedeschi. Avviso di conclusione dell’indagine anche per tre dirigenti del settore ambiente che hanno seguito le procedure tecniche di assegnazione dei lavori, ossia Luciano Sdogati, Maurizio Galli e Marco Fattore.

Twitter @chilodice e @martarosati28

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250