giovedì 29 settembre 2016 - Aggiornato alle 08:44
20 agosto 2016 Ultimo aggiornamento alle 09:47

Terni si emoziona con la prima unione civile, Antonella e Serena dicono sì: ‘Siamo una famiglia’

A celebrare nella sala consiliare la vicesindaco Malafoglia: «Discorso fatto e disfatto tante volte, vostri occhi pieni di emozione sono il senso di questa giornata storica»

Terni si emoziona con la prima unione civile, Antonella e Serena dicono sì: ‘Siamo una famiglia’
Antonella e Serena (foto Rosati)

di Marta Rosati e Chiara Fabrizi

Terni si emoziona per la prima unione civile, le sposine: «Siamo una famiglia». Sabato pomeriggio nella sala consiliare del Comune, hanno detto sì Antonella e Serena, insieme da sette anni. A celebrare la vicesindaco Francesca Malafoglia: «Ho fatto e disfatto questo discorso tante volte ma sono solo i vostri occhi pieni di emozione a dare il senso di questa giornata storica che vi ringraziamo di aver voluto condividere con la città».

Lo scambio delle fedi: video

La prima unione civile: fotogallery
Il discorso della Malafoglia: video

Terni si emoziona Intorno una cinquantina di invitati e alcuni esponenti del mondo dell’associazionismo cittadino, al centro di fronte ai banchi della giunta Antonella e Serena, arrivate insieme a Palazzo Spada ma non per questo puntuali. Le due sposine si sono fatte attendere per una mezzora buona poi hanno fatto capolino con in mano due bouquet di fiori colorati, prima di entrare in municipio sulle note di Vivere a colori di Alessandra Amoroso. Formalmente la cerimonia consiste nella raccolta delle dichiarazioni delle due parti, il giuramento di Antonella e Serena e poi lo scambio degli anelli che ha commosso la mamma di Serena, al fianco della figlia come testimone. Vicino all’altra sposa, invece, un’amica.

Antonella e Serena hanno detto sì Ma l’emozione sabato pomeriggio a Palazzo Spada era ben più forte di qualsiasi matrimonio. «Abbiamo trascorso sette anni insieme – ha detto Antonella, 38 anni – vivendo situazioni belle e brutte, oggi scegliamo di vivere insieme tutta la vita e spero che tu sia felice come una bambina». La risposta di Serena, che sabato ha anche compiuto 30 anni, non lascia spazio a dubbi: «Quello che voglio è davanti a me, noi siamo stesso corpo e stessa anima. Ti amo». Immancabile il bacio tra le due spose e l’applauso dei presenti. Ai giornalisti la trentenne ha poi spiegato: «Siamo una famiglia, contiamo di avere dei figli. Intanto ora partiamo due giorni, un mini viaggio di nozze, ma non riveliamo la meta».

Siparietto Ad ogni anniversario sarà pure il compleanno di Serena, quindi regalo doppio da parte di Antonella: «No no, uno solo» e ci scappa il siparietto tra le due subito dopo il sì. La Malafoglia non appena celebrato il rito ha annunciato: «Diverse persone si stanno presentando ai nostri uffici per avere informazioni sulle unioni civili in vista del grande passo, so che ci tenete particolarmente e che vi fa piacere saperlo». «Ci fa piacere se altri come noi riusciranno a prendere questa decisione – rivela Serena – speriamo di essere solamente le prime».

E se domani Terni Unite per la vita dopo 9 anni di conoscenza e 7 di fidanzamento, quando chiediamo ad Antonella e Serena gli ostacoli superati per arrivare al fatidico sì, la più grande dice: «Per il nostro amore non cambia molto ma i diritti sono importanti». Le famiglie hanno creato problemi? Qualche istante di esitazione poi rispondono: «No». Per la coppia, a Terni emblema di un nuovo diritto civile, sabato sera a Carsulae l’esibizione musicale a suon di arpa prima del ricevimento a cura dell’associazione E se domani.

@martorasi28 e @chilodice

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250