domenica 25 settembre 2016 - Aggiornato alle 00:32
9 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 10:02

Terni, sfida tra i maggiori culturisti italiani: debutto vincente per Paniconi

Il ternano è primo per model man, Nardi: «Qui tappa fissa del Grande slam»

Terni, sfida tra i maggiori culturisti italiani: debutto vincente per Paniconi
Francesco Paniconi

MULTIMEDIA

Guarda le foto

Luca Affatato, Claudio Indiveri, Rosaria Lepore e il ternano Francesco Paniconi. Sono loro i bodybuilder vincitori della prima prova del Tour grande slam, l’unico calendario italiano di body building patrocinato dalla federazione Nbbui, andato in scena sabato 8 maggio alla Musical academy.

Ecco i quattro vincitori: fotogallery

Sfida tra i maggiori culturisti italiani Oltre duecento le persone che hanno raggiunto Terni da svariate regioni d’Italia per assistere alle prove dei maggiori culturisti italiani anche loro provenienti da diversi angoli del Paese, dalle Marche alla Liguria, dall’Emilia Romagna alla Puglia. La gara prevedeva prove estetiche divise in gruppi muscolari e piccole coreografie definire routines per categoria piccole, medie e grandi taglie. A vincere il primo posto per la categoria altezza-peso ma anche per quella body building è stato Affatato, mentre il primo posto assoluto è andato a Claudio Indiveri che ha anche vinto la categoria bodybuilding over 40. In gara anche il ternano Francesco Paniconi che ha debuttato nel cultirismo, realizzando subito un ottimo risultato, ossia il primo posto nella categoria model man. Per le donne primo posto nella categoria bikini a Lepore.

«Qui tappa fissa del Grande slam» In una nota stampa a commentare la gara è stato Daniele Nardi, organizzatore della prima prova del Tour grande slam: «Sono soddisfatto per la serata, per gli atleti che hanno partecipato e per il numeroso pubblico, oltre alla grande gioia per la vittoria di Paniconi atleta di cui sono il preparatore. L’appuntamento col culturismo a Terni è già al secondo anno ed è intenzione sia mia che delle Federazione inserire Terni come tappa fissa del Tour grande slam. Per questo, visto i notevoli sforzi economici che ho impiegato, lancio un appello affinché tutte le istituzioni facciano il massimo per aiutarmi nell’organizzazione. Il bodybuilding deve essere considerato uno sport come gli altri e i nostri atleti fanno sforzi fisici, ma soprattutto mentali nel curare l’alimentazione, al fine di mantenere il loro corpo sempre perfetto. Con l’occasione ringrazio il Comune di Terni e la Musical academy per il supporto».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250