domenica 25 settembre 2016 - Aggiornato alle 03:58
30 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 08:15

Terni, settimana decisiva per Risiko scuole la Riccardi: «Aula verde alla XX Settembre, l’ideale»

Dalla statale lamentano carenza di spazi e l’assessore: «Nessun impedimento»

Terni, settimana decisiva per Risiko scuole la Riccardi: «Aula verde alla XX Settembre, l’ideale»

di M. R.

«Quella dell’Aula verde alla XX settembre è la soluzione ideale per tutti». È quanto afferma l’assessore alla scuola Carla Riccardi che rispetto alla vicenda, oltre a ricostruire i fatti come già il suo collega Stefano Bucari in commissione, ha precisato alcuni aspetti.

Risiko scuole «Con l’aumentare degli iscritti alla Montessori (fatto ormai noto da tempo), dopo opportune valutazioni, abbiamo ipotizzato un trasferimento dei 36 bambini della scuola d’infanzia comunale alla statale della didattica San Giovanni, non lasciando nulla al caso. Con i lavori che dovranno essere terminati prima dell’inizio del nuovo anno scolastico, ci saranno anche due diversi ingressi e ai bambini dell’Aula verde sarà destinata una parte del giardino esterno per la cura dell’orto che rappresenta una peculiarità». Dalla comunale infatti tutti contenti purché la giunta mantenga quella ipotesi: sei aule.

Spazi interni A lamentarsi dell’ipotesi di nuova sistemazione infatti, sono le mamme della XX Settembre e la dirigente scolastica Isabella Olimpieri, che sarebbero penalizzate «in quanto – raccontano – non avremmo più a nostra disposizione gli spazi destinati all’aula digitale per la quale abbiamo ottenuto un finanziamento europeo. L’assessore: «Quei soldi sono per l’installazione della rete Lan-Wlan, nessun impedimento». ‘Una parola contro l’altra’. Ma intanto se da una parte l’Aula verde punta al mantenimento della delibera 55 che regola il trasferimento, dalla XX Settembre tutto il contrario con tanto di minaccia: «Ricorriamo al Tar».

La soluzione di Palazzo Spada Una cosa è certa: il Comune ha messo sul piatto «75 mila euro per adeguare la XX Settembre». Lo ha detto Bucari e lo conferma la Riccardi: «Saranno rifatti i bagni e si interverrà su tutte le cose da sistemare nell’edificio (per esempio le infiltrazioni di acqua piovana ndr) ma i tempi iniziano a stringere, occorre trovare una quadra subito». Questa settimana dovrebbe essere quella decisiva infatti: l’assessore ai lavori pubblici ha garantito la convocazione di un incontro, quello conclusivo.

Twitter @martarosati28

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250