lunedì 26 settembre 2016 - Aggiornato alle 15:54
6 settembre 2016 Ultimo aggiornamento alle 15:55

Terni, scontro politico Trenta-Mascio: la grillina cerca i Sec ma l’atto è fuori dalla lista

L'esponente Cinque stelle chiede una rettifica: «Irregolare» e il presidente: «Massima trasparenza, in vent'anni di amministrazione mai ricevuto avvisi di garanzia»

Terni, scontro politico Trenta-Mascio: la grillina cerca i Sec ma l’atto è fuori dalla lista

La consigliera Cinque stelle Angelica Trenta alza i toni perché trova strano che all’ordine del giorno (odg) del prossimo consiglio comunale (previsto per giovedì pomeriggio) non ci sia la discussione sui servizi educativi comunali e non perde un attimo per farlo notare, con una certa palese irritazione. Il presidente Giuseppe Mascio le risponde per le rime e il battibecco scivola velocemente sul piano politico. Ora il M5s chiede la rettifica dell’odg.

Trenta vs Mascio Il siparietto è andato in scena nell’aula consiliare di Palazzo Spada lunedì mattina durante il question time quando, intervenendo sull’ordine dei lavori, la prof ha chiesto delucidazioni su un atto votato il 29 agosto in commissione eppure escluso dalla lista dei temi da discutere giovedì in consiglio: «Ben due – scrive la grillina – sono gli atti presenti all’ordine del giorno del 29 agosto, uno a firma del M5s, l’altro di indirizzo di commissione, sono stati votati e sarebbero dovuti essere inseriti all’ordine del giorno della seduta dell’8 settembre, nelle prime posizioni come vuole il regolamento visto che il presidente non ha convocato, come avrebbe invece dovuto, alcuna conferenza dei capigruppo per quasi un mese».

Consiglio comunale Terni La conferma arriva da Mascio che nel rispondere all’esponente Cinque stelle spiega: «L’ultima conferenza dei capigruppo si è tenuta l’8 agosto scorso e in quella data sono state stabilite le priorità, individuate nell’approvazione del Dup, la discussione sulla convenzione tra Comune e Ente Cantamaggio e il bilancio delle Farmacie comunali, i Sec saranno in discussione lunedì 12». La Trenta non contenta ha annunciato: «Attendiamo una rettifica dell’ordine del giorno, il Partito democratico ci metta la faccia, questi giochetti volti ad evitare disperatamente di votare in consiglio atti che prevedono la demolizione delle scuole d’infanzia comunali, portano solo ad acuire il senso di rabbia e d’indignazione che genitori, maestre e personale impegnato nei suddetti servizi nutrono nei confronti di questa amministrazione».

M5s Roma Quando però la consigliera in aula ha fatto riferimento a denunce e provvedimenti per il caso specifico, il presidente Mascio ha risposto a tono e l’ha buttata sul piano politico: «Non c’è problema, attendiamo che le forze dell’ordine vengano a verificare eventuali irregolarità. Sono tranquillo, da parte mia c’è massima trasparenza, in vent’anni di amministrazione non ho mai ricevuto un avviso di garanzia, non mi pare così per voi, agli amministratori Cinque stelle arrivano dopo 12 ore». Il riferimento alle faccende romane è chiaro e la grillina non gradisce: «Mascio prova a buttarla in caciara parlando di avvisi di garanzia arrivati al Movimento 5 stelle a Roma e dimenticandosi di essere presidente di un consiglio per il cui sindaco e parte della giunta sono stati chiesti dei rinvii a giudizio proprio qui, a Terni, senza andare a guardare tanto lontano»

Sec «L’amministrazione sta distruggendo i servizi pubblici, privatizzando tutto, prendendo in giro i lavoratori delle scuole comunali, i genitori e i loro figli, i quali quest’anno si troveranno le porte chiuse delle scuole d’infanzia che avevano frequentato a causa di scelte scellerate del partito di maggioranza, che si spaccia per partito di ‘sinistra’, stipula una convenzione da 180.000 euro per il Cantamaggio, ma si scorda di garantire le scuole comunali ai propri bambini, con la vergognosa scusa dei ‘costi’, soldi che mancano solo quando si tratta di garantire i servizi pubblici, ma non quando si cerca di dar sostegno a gruppi vicini al proprio bacino elettorale».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250