domenica 25 settembre 2016 - Aggiornato alle 02:18
19 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 18:02

Terni, scatta la prima conferenza per chimica 3.0: Proter presenta i progetti nazionali

La piattaforma industriale punta ad allargare la platea per la terza generazione di prodotti

Terni, scatta la prima conferenza per chimica 3.0: Proter presenta i progetti nazionali

L’appuntamento è fissato per il prossimo 27 maggio quando a Terni arriveranno i primi progetti selezionati da finanziare e sviluppare. Il tutto nell’ambito della chimica della terza generazione, quella su cui punta Proter, la piattaforma di imprenditori che si presenta come una sorta di incubatore proprio per questo tipo di iniziative imprenditoriali del settore. L’evento si chiama ‘Brain & finance developer in manufacturing’.

Cos’è Proter Il gruppo Proter si configura come una iniziativa imprenditoriale che ha insieme le caratteristiche di un fondo di investimento e di un industrial developer. Prima di arrivare a questo evento Proter ha svolto un’attività di scouting con la valutazione di oltre 110 progetti, in gran parte provenienti dai principali centri di ricerca del Paese, nel settore della chimica di terza generazione, segmento che ha come obiettivo la sostenibilità, la riciclabilità e la minimizzazione degli scarti.

Economia circolare La logica da seguire è quella della economia circolare, grazie all’introduzione di nuovi processi, materiali e prodotti in diversi settori, come tessile, elettronica, automotive, aerospaziale. Nell’evento del 27, al polo chimico ternano, si discuterà anche delle tecnologie e del futuro della chimica di terza generazione, del perché investire nel manifatturiero in Italia, e di quali saranno gli impatti occupazionali sul Paese. La seconda parte dell’evento prevede la presentazione della piattaforma di ProTer aperta agli investitori. A livello globale il mercato della chimica di terza generazione vale oggi già oggi tra i 7,5 e i 9,0 miliardi di euro e con gli attuali tassi di crescita può verosimilmente giungere ai 20 miliardi di Euro nel 2020.

Il sito di Proter Al tavolo è annunciato anche il sindaco Leopoldo Di Girolamo. L’evento è anche l’occasione per l’inaugurazione del sito di ProTer, che mette a disposizione dei progetti selezionati circa 20mila metri quadrati, di cui 6000 coperti, tra opifici dedicati alla produzione, aree uffici, sale convegni, interne al Polo Chimico che rappresentano una struttura ottimale per la ricerca, lo sviluppo industriale, la sperimentazione ed il testing.

Obiettivo di Proter «Trasformare in attività manifatturiere i progetti di ricerca: questo è l’obiettivo di ProTer che oggi fa un passo avanti con la presentazione dei primi progetti in cui investirà – ha dichiarato Marco Mazzalupi, fondatore del progetto ProTer – Vogliamo contribuire al rilancio del manifatturiero e creare nuova occupazione investendo per l’innovazione in progetti di ricerca italiana».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250