venerdì 30 settembre 2016 - Aggiornato alle 20:33
21 settembre 2016 Ultimo aggiornamento alle 18:53

Terni, riflettori puntati su Villa Palma: prima commissione fa richiesta urgente di atti

Chiappini e gli altri vogliono le carte dei rapporti tra Comune, proprietà e Soprintendenza

Terni, riflettori puntati su Villa Palma: prima commissione fa richiesta urgente di atti

di Marta Rosati

Cantiere aperto e parco incolto, Villa Palma appare in totale stato di abbandono. La proprietà della Spoleto crediti e servizi già per larga parte deteriorata e stressata da lunghe e intricate vicende, è risalita all’attenzione della prima commissione consiliare mercoledì mattina. L’organismo è intenzionato a riprendere in mano il caso per evitare che l’immobile subisca nuovi crolli; la volontà è quella di elaborare, per quanto possibile, linee d’indirizzo per il recupero, «ma prima le carte».

Prima commissione Il presidente Faliero Chiappini ha comunicato ai commissari che invierà, agli uffici competenti e all’assessore, una richiesta urgente di atti formali riguardanti il caso Villa Palma, in particolare l commissione vuole ottenere la  nota sulla procedura di liquidazione in corso, il file del progetto di riqualificazione che sarebbe ormai datato con relativa revisione  e documenti che evidenzino il rapporto tra il Comune, la proprietà e la Soprintendenza.

Il sopralluogo del gennaio scorso: fotogallery

Human health foundation Il consigliere Pd Renato Bartolini: «Rispetto al tema, ricordo che la proprietà si era impegnata a creare laboratori di ricerca internazionale (l’interessata era la Human health foundation) e l’intervento edilizio, approvato in consiglio era subordinato a quello; ad oggi, venuto meno l’interesse pubblico sulla Villa dovrebbe venir meno tutto quello che è stato concesso alla proprietà. Serve un incontro col liquidatore o con chiunque rappresenti la proprietà e sarebbe altrettanto opportuno avere l’assessore all’urbanistica, dispiace che sia assente».

Villa Palma Anche Enrico Melasecche di I love Terni ricalca le fratture già ben note con l’assessore Francesco Andreani: «Non è più sopportabile che pur sapendo gli argomenti che trattiamo alle sedute  non si presentino dirigenti, assessori e funzionari competenti». Su Villa Palma: «La situazione è drammatica – tuona Melasecche – vorrei che questo organismo prendesse in considerazione anche la corrispondenza intercorsa tra me e la direzione urbanistica perché a mio modo di vedere il piano edilizio approvato dall’urbanistica, con blocchi edificatori alti tre piani, è in netto contrasto col contesto. Quel bene è sottoposto a vincolo ministeriale e ormai da anni l’amministrazione se ne disinteressa, il sindaco riferisca».

@martarosati28

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250