mercoledì 28 settembre 2016 - Aggiornato alle 07:09
28 luglio 2016 Ultimo aggiornamento alle 16:42

Terni, regolamento raccolta rifiuti porta a porta incassa primo ok ma restano criticità irrisolte

Terza commissione approva le norme e Giacchetti garantisce: «Tra sei mesi il riaggiornamento». Ora la partita si gioca in consiglio comunale: pronti due atti d’indirizzo

Terni, regolamento raccolta rifiuti porta a porta incassa primo ok ma restano criticità irrisolte
Kit per la raccolta porta a porta

di Mar. Ros.

Arriva il primo voto sul regolamento per la nuova gestione dei rifiuti ed è positivo. La terza commissione consiliare, con le rassicurazioni dell’assessore all’ambiente Emilio Giacchetti e le modifiche avvenute per emendamenti (fatta eccezione per quello con parere contrario della direzione), si è pronunciata infatti a favore delle norme elaborate dalla giunta, le stesse che sono apparse però carenti di  alcuni dettagli tecnici.

Regolamento rifiuti Ci sono lacune per le quali si sono mossi gli amministratori dei condomini e pure i residenti del centro storico con la relativa associazione dedicata, interrogativi frutto di criticità già riscontrate nella fase preliminare di avvio del nuovo sistema: disposizione dei bidoni, raccolta pannolini e pannoloni, applicazione tariffa puntuale, applicazione principio ‘chi sbaglia paga’, mancanza di disposizioni per attività produttive e nell’ultima seduta dedicata al tema è stato sollevato anche un ulteriore problema, Marcello Giovannetti dell’associazione Vivere il centro storico: «La movida termina sempre a tarda notte, la raccolta del vetro avviene alle 4 del mattino e alle 6 passa lo spazzatore, è assurdo; chi vive in centro è condannato a non dormire».

La sfida culturale Legittime le osservazioni di una città che, talvolta, appare poco propensa ad affrontare lo scatto culturale (anche la pulizia dei bidoni è contemplata tra i problemi denunciati) ma Giacchetti si difende: «Ho dovere istituzionale del rispetto di un piano d’ambito approvato. Vigilanza e operatività sono le due gambe su cui viaggerà il sistema e per le quali serve una regolamentazione. Le criticità sollevate via via, sono già oggetto quotidiano di interlocuzioni coi gestori del servizio. Tra sei mesi lo stesso regolamento che approviamo oggi necessita di una verifica e potrà subire modifiche ma l’alternativa allo strumento non può essere la totale anarchia rispetto alla start up che di fatto andiamo a sperimentare. Per la parte tariffaria – aggiunge rispondendo al consigliere Marco Cecconi – c’è il regolamento della Tari».

Raccolta porta a porta Incassato l’ok della commissione, ora la partita vera sarà disputata in consiglio comunale. Sui banchi arriveranno due atti d’indirizzo; uno a firma del capogruppo di Fd’I-An che di fatto propone un’integrazione alle norme, su misura per le attività produttive e un piano tariffario che premi i cittadini virtuosi; l’altro di Francesco Ferranti di Fi che chiede interlocuzioni caso per caso tra Comune Asm e condomini, sensibilizzazione e controlli da parte dei vigili urbani che non siano sanzionatori da subito. L’idea della maggioranza è quella di elaborare una proposta condivisa. Jonathan Monti del Pd: «Portate i due atti in consiglio per comporne uno unitario».

Asm A rappresentare la municipalizzata Asm di via Bruno Capponi, a palazzo Spada giovedì mattina c’era l’ingegnere Carloni che ha spiegato: «Al tempo dell’approvazione del piano d’ambito sono state effettuate numerose e approfondite valutazioni tecniche e il sistema adottato è quello che garantisce diminuzione del conferimento in discarica e massimizzazione percentuale della raccolta differenziata. Questo è il progetto ideale, per i bidoni Asm si è messa a disposizione per fare richiesta di occupazione suolo pubblico dove serve e in ogni caso sappiamo benissimo che questo strumento normativo ha bisogno di flessibilità anche per il banale calendario orario del ritiro dei rifiuti. Per la pulizia – aggiunge – è prevista anche la deodorizzazione dei bidoni. Per quanto riguarda la tariffa puntuale, non ci sono ancora le linee guida del governo, ma il progetto prevede che ogni cittadino abbia un proprio contenitore tracciabile ed è possibile risalire al numero esatto di svuotamenti che sarà proporzionale alla tariffazione; il vantaggio – puntualizza Carloni per i ternani – è economico  ma anche ambientale». E forse è da qui che deve passare la sensibilizzazione per la stessa Terni che marcia contro gli inceneritori.

Vecchio sistemi Intanto dal 1 agosto scatterà la rimozione di tutti i cassonetti stradali. Lo rende noto l’Asm a seguito dell’avvio del nuovo sistema di raccolta differenziata porta a porta. La rimozione avverrà con il seguente calendario: lunedì strada di San Rocco, strada di Vallecupa, strada di Macchia di Bussone, strada provinciale 70, strada Salaria, strada statale 313, strada del Corbezzolo, via F. Ferrer, via Palmiro Teofoli, via Perillo, via Ugo Castellani, vocabolo Sant’Antimo; strada di Carone, strada di Castelcolle, strada di Colle Sant’Angelo, strada di Morgano, strada di Porcivalle, strada di Poscargano, strada di San Giacomo, strada di Selvoni, strada di Settecani, strada Madonna del Colle, via del Convento; mercoledì 10 agosto 2016 strada Colli di Valenza, strada della Forma, strada di Cesure, strada delle Viti, strada di San Benedetto, via Andrea Cesalpino, via Augusto Murri, via Bellini, via Giacomo Puccini, via Ippocrate, via Irma Bandiera, via Morgagni.

Assistenza utenza Sempre l’Asm ricorda inoltre che, per ulteriori informazioni, gli utenti che ne avessero necessità possono rivolgersi al numero verde 800215501 (dal lunedì al venerdì con i seguenti orari: dalle ore 6 alle ore 12 e dalle ore 13 alle ore 19 il sabato dalle ore 6 alle 19 festivi infrasettimanali dalle ore 6,00 alle 12,00) per telefoni da numero fisso; oppure allo 0744 391506 (dal lunedì al venerdì con i seguenti orari: dalle ore 6 alle ore 12 dalle ore 13 alle ore 19, il sabato dalle ore 6 alle 19, festivi infrasettimanali dalle 6 alle 12) per telefoni cellulari. Sono inoltre attivi, sempre a scopo informativo, i gazebo che si trovano presso il Mercatino Cesure, in via Tre Venezie, a piazza Tacito, in viale della Rinascita e a piazza Meridiana.

Twitter @martarosati28

 

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250