giovedì 29 settembre 2016 - Aggiornato alle 12:10
2 settembre 2016 Ultimo aggiornamento alle 18:18

Terni, più ricicli e più risparmi: ecco il nuovo compattatore per bottiglie in plastica e alluminio

Parte anche l’impianto di Cospea: «Meno costi sulla spesa e sulla bolletta dei rifiuti»

Terni, più ricicli e più risparmi: ecco il nuovo compattatore per bottiglie in plastica e alluminio

di Massimo Colonna

Uno sconto massimo di 5 euro e sconti anche sulla bolletta. E’ il sistema degli incentivi studiati dall’amministrazione comunale per affrontare il problema dei rifiuti non ‘a valle’ ma alla partenza. Ossia con la raccolta delle bottiglie di plastica e di alluminio in un compattatore. Una raccolta differenziata spinta dunque che accorcia così direttamente la filiera dei rifiuti, con in più un incentivo per i cittadini.

Come funziona Il nuovo compattatore (ce ne sono altri al Polo di Campitello, a Ponte San Lorenzo e al parcheggio del Suffragio a Narni) si trova all’uscita del centro commerciale Cospea e raccoglierà bottiglie di plastica (acqua, flaconi per detersivi, flaconcini per creme da bagno) e di alluminio (lattine). Il tutto per 5 centesimi a pezzo: l’utente cioè, dopo aver inserito la tessera sanitaria, avrà uno scontrino con lo sconto ottenuto che potrà utilizzare per la spesa all’interno del cento commerciale Conad esibendo la tessera del supermercato. Nel frattempo la tessera sanitaria raccoglierà tutti i movimenti del cittadino passandoli poi ad Asm per ridurre così proporzionalmente la bolletta.

Idea compattatore A promuovere il macchinario è la G-Tech Green di Luca Levantesi. «Grazie a questo strumento – spiega – c’è la possibilità di ridurre al minimo la filiera del rifiuto perché in questo modo tutta la plastica e l’alluminio saranno già divisi e consegnati a chi dovrà smaltirli. Dunque senza ulteriori trasporti. In più c’è anche l’incentivo per i cittadini che potranno dunque risparmiare sulla spesa e sulla bolletta».

Il Comune In campo anche l’amministrazione comunale che ha sposato in pieno il progetto. Alla conferenza di presentazione del nuovo strumento era presente l’assessore all’Ambiente Emilio Giacchetti. «E’ importante pensare alla catena dei rifiuti – ha spiegato Giacchetti – non solo quando questi sono ormai a valle, ma anche quando vengono creati. Per questo esempi viruosi come questo devono essere promossi perché permettono due vantaggi: il primo è quello di un controllo maggiore sulla filiera del rifiuto, l’altro un vantaggio per i cittadini che così investono anche in una maggiore cultura e consapevolezza del rispetto dell’ambiente».

@tulhaidetto

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250