domenica 25 settembre 2016 - Aggiornato alle 09:08
3 luglio 2016 Ultimo aggiornamento alle 12:01

Terni, Pd chiede una stretta sulle caldaie a olio: «Vietarle e incentivarne la sostituzione»

Atto del capogruppo Cavicchioli che chiede discussione prima dell'inverno

Terni, Pd chiede una stretta sulle caldaie a olio: «Vietarle e incentivarne la sostituzione»
Andrea Cavicchioli (foto Rosati)

Vietare l’uso di olio combustibile negli impianti termici e incentivi mirati per le sostituzioni delle caldaie alimentate a olio. Questo il contenuto dell’atto di indirizzo presentato dal capogruppo del Pd di Terni, l’avvocato Andrea Cavicchioli, che ne chiede la discussione in aula in tempi rapidi così da permettere all’amministrazione comunale di intervenire prima dell’inverno.

Stretta sulle caldaie a olio In particolare nell’atto, concepito per contenere una delle cause più significative di produzione di inquinanti tossici in ambito urbano, gli impianti termici per l’appunto, propone di vietare le caldaie alimentate con olio combustibile ma anche di agevolarne la sostituzione da parte dei proprietari, sostenendoli prioritariamente coi contributi. «Lo scopo dell’atto è contribuire al miglioramento della qualità dell’aria a Terni, tema anche al centro del nuovo tavolo di coordinamento promosso dalla Regione insieme ai Comuni dell’Umbria e per il quale esprimiamo soddisfazione».

 

 

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250