mercoledì 28 settembre 2016 - Aggiornato alle 10:33
14 settembre 2016 Ultimo aggiornamento alle 13:04

Terni, nuova vita per piazza San Francesco: «Spazio che torna pienamente funzionale»

Taglio del nastro dopo la sistemazione: «Intervento di restauro e riqualificazione»

Terni, nuova vita per piazza San Francesco: «Spazio che torna pienamente funzionale»

MULTIMEDIA

Guarda le foto

di Massimo Colonna

Più spazi di socializzazione, meno auto, interventi di restauro e valorizzazione. Piazza San Francesco torna così pienamente funzionale dopo i lavori portati a termine dall’amministrazione comunale. Mercoledì l’inaugurazione con il taglio del nastro, una mostra, musica e una performance teatrale a cui hanno assistito anche il sindaco Leopoldo Di Girolamo e l’assessore ai Lavori pubblici Stefano Bucari.

Gallery: il taglio del nastro

I lavori Tecnicamente il lavoro ha previsto nuova pavimentazione e opere accessorie per la messa in sicurezza degli spazi e la loro piena fruizione, per un costo complessivo di 270 mila euro. La superficie complessiva dell’intervento è di circa 1700 metri quadrati, oltre altri 480 che interessano via Don Bosco. In questa parte infatti l’incremento del traffico ha reso necessario il risanamento della pavimentazione ormai inadeguata e la delimitazione di un’area pedonale che prima era quasi sempre invasa da auto in sosta selvaggia.

Il progetto «La strategia progettuale messa in campo – ha spiegato l’assessore Bucari – ha prodotto un intervento di restauro e riqualificazione in perfetta armonia con le attuali esigenze urbane al fine di regolare l’utilizzo degli spazi stradali. Anche in questo caso come per altre operazioni intraprese dall’amministrazione non è stata seguita solo una logica conservativa, ma anche funzionale e di fruizione. I materiali impiegati nella riqualificazione sono stati scelti sulla base del loro richiamo alla cultura del luogo al fine di non stravolgerne l’identità, con un linguaggio architettonico semplice e neutro, legato al contesto impiegando materiali di recupero e tecniche costruttive tipiche del luogo, nel rispetto delle regole generali di sostenibilità. Allo stesso tempo è stata ridefinita in termini spaziali la direttrice via Nobili – via Don Giovanni Bosco e la relativa sostituzione della pavimentazione sconnessa ha consentito di ridurre inquinamento acustico e vibrazioni. Altra scelta incisiva, anche dal punto di vista della socialità, riguarda la trasformazione degli spazi direttamente antistanti alla chiesa e al sagrato in area esclusivamente pedonale, oltre a soluzioni d’arredo urbano quali panchine e sedute».

L’evento Dopo il taglio del nastro del sindaco Di Girolamo l’evento ha previsto la benedizione del parroco della chiesa di San Francesco don Guido Tessa, poi la performance  teatrale ‘Il sogno di Francesco’ di Stefano De Majo e il coro polifonico San Francesco d’Assisi di Terni, diretto da Maria Cristina Luchetti.

@tulhaidetto

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250