giovedì 29 settembre 2016 - Aggiornato alle 17:15
25 aprile 2016 Ultimo aggiornamento alle 08:46

Terni, nel bilancio consuntivo più asfalto e sociale, meno cultura e istruzione: le differenze dal 2014

Dalla relazione tecnica del Comune spuntano i dati sulla spesa corrente di ogni settore

Terni, nel bilancio consuntivo più asfalto e sociale, meno cultura e istruzione: le differenze dal 2014
Foto Marta Rosati

di Massimo Colonna

Scende la spesa corrente totale, in calo anche quella su istruzione pubblica, cultura e turismo, mentre è in aumento quella su viabilità, trasporti e sociale. Ecco dunque le maggiori differenze di spesa tra il 2014 e il 2015 per quanto riguarda l’amministrazione comunale di Terni e i numeri dei bilanci consuntivi. Il dato emerge dalla relazione tecnica che gira in questi giorni tra i banchi del Palazzo e che è inserita nel faldone che riguarda proprio il consuntivo 2015, appena approvato dalla giunta del sindaco Leopoldo Di Girolamo.

Il paragone L’approfondimento economico fa il paragone tra la spesa corrente di Palazzo Spada del 2014 e quella del 2015. Raffrontando i dati emerge che l’amministrazione ha speso di più rispetto ad un anno fa soprattutto rispetto alle infrastrutture su viabilità e trasporti, con un aumento del 32 per cento, e sui servizi sociali, fino al 6 per cento. In calo invece sia la spesa corrente generale, sia quella dei settori polizia locale, istruzione pubblica, cultura e beni culturali e turismo.

Spesa totale Per quanto riguarda la spesa corrente dall’analisi comparativa emerge che nel 2014 dalle casse comunali solo per i pagamenti correnti sono usciti oltre 98 milioni e mezzo di euro circa (98.552.538.00), poco più rispetto a quanto inserito nel consuntivo 2015, ossia circa 97 milioni di euro (97.206.012.00).

Dove cala la spesa Tra le funzioni in cui la spesa si è abbassata ci sono dunque quella della polizia locale, passata dai 4 milioni e 709 mila euro a 4 milioni e 176 mila euro circa, quella della istruzione pubblica, che varia da 10 milioni e 102 mila euro nel consuntivo del 2014 a 9 milioni e 351 mila euro circa dell’ultimo anno, e anche quella della cultura e dei beni culturali, che varia da 3 milioni e mezzo nel primo anno e i 3 milioni e 265 mila euro nel 2015, con un calo del 6.9 per cento. Scende anche la spesa corrente sul fronte turismo: si passa da 802 mila euro del precedente consuntivo ai circa 437 mila dell’ultimo documento contabile, con un calo sensibile del 45 per cento, il più alto registrato nelle scheda di comparazione.

Dove sale la spesa Le funzioni invece in cui le spese sono maggiori sono quelle che riguardano viabilità e trasporti e il sociale. Nel primo capitolo si registra un incremento del 32 per cento, con un passaggio di spesa dagli 8 milioni di euro nel 2014 agli oltre 10 e mezzo del 2015. Sul fronte dei servizi sociali Palazzo Spada nel 2014 ha fatto uscire dalle casse 11 milioni e 934 mila euro, mentre nel 2015 12 milioni e 694 mila euro, con un incremento del 6.3 per cento.

Twitter @tulhaidetto

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250