martedì 27 settembre 2016 - Aggiornato alle 09:00
14 luglio 2016 Ultimo aggiornamento alle 10:00

Terni, Max Giusti si esalta tra il caldo della conca e il pane ‘sciapo’: «Qui non tirava vento da giugno»

Oltre due ore di show all’anfiteatro per il comico: sul palco anche la giovane Giulia Luzi

Terni, Max Giusti si esalta tra il caldo della conca e il pane ‘sciapo’: «Qui non tirava vento da giugno»

di Massimo Colonna

«Oggi durante le prove abbiamo sfiorato i 70 gradi all’ombra, mentre mangiavo pane sciapo e prosciutto. Ma stasera si sta meglio: era da giugno che non tirava vento qui a Terni, vero?». Se la prende con il caldo della ‘conca’ Max Giusti, il comico-imitatore romano protagonista mercoledì sera del suo show ‘Pezzi da 90’: oltre due ore di applauditissime imitazioni, battute e canzoni, tutto molto pop, con tanti riferimenti a Terni e al suo dialetto. «Del resto sono di Macerata, non lontano».

Don Matteo e Elton John Variegato il mondo della tv e dello showbiz proposto da Max: da don Matteo, arrivato sulla sua immancabile bicicletta, a Elton John, che con diverse canzoni ha cercato di spiegare come educherà i suoi figli con due padri («Vale la stessa regola degli etero: se è sveglio è figlio mio, se è de coccio è figlio tuo»), fino a Maria De Filippi e a Ciro di Gomorra. Fino ad arrivare a Bielsa e Lotito, protagonisti della telenovela estiva del mondo pallonaro che ha tenuto in ansia i tifosi della Lazio.

Bielsa e Lotito «Avevo promesso a Bielsa che gli compravo Neur, Ronaldo e Messi – spiega Lotito-Max – ma la colpa non è mica mia se se ne è andato. La colpa è sua che ci ha creduto». Poi altri big dello spettacolo, Boy George, Franco Califano e Pierangelo Bertoli. Tutti must del comico che ha portato sul palco i suoi cavalli di battaglia, sperimentati e portati al successo in anni di carriera, in particolare dell’ultima edizione dello show ‘Tale e quale’. E sul palco anche un ristoratore egiziano che parla quasi in ternano («Facciu pappardella al sugo de lepre») e un prete africano di provincia che piace e non piace alle «vecchiette che vanno a messa anche alle 18 del 7 gennaio, con tre metri di neve. Sono sicuro che ci sono anche qui».

La politica Spazio anche alla politica. Si parte da Roma: «Noi intanto abbiamo contato i topi (in riferimento alle ultime uscite del neo sindaco Raggi nella capitale, ndr). So 18. Ma so sicuro che tra poco saranno 15, perché a Roma se fregano sempre tutto. A parte gli scherzi, sono curioso di vedere all’opera i 5Stelle». Poi su Berlusconi: «Ma che gli racconta alla Francesca, la sua fidanzata così giovane? Intanto speriamo lui si rimetta presto, anche se può fare con calma insomma». Frecciatine anche per Renzi, tanto per par condicio.

Le vacanze al mare Poi arriva il pezzo forse più apprezzato dai ternani, quello delle vacanze al mare. «Dove andate voi al mare da Terni? A San Benedetto? A Montalto? Vi ricordate da ragazzi quando partivano con la famiglia? In viaggio alle 5 del mattino per essere i primi in spiaggia, per prendere posto. Poi il bagno si faceva solo dopo tre ore dall’aver mangiato. Oggi invece vedo i miei figli che mangiano direttamente in acqua». «Ma che caldo fa a Terni? Mi dicono che non tira venti da mesi, è vero?», scherza Max con il pubblico delle prime file. Poi però si alza una folata e lui scherza. «Va bene dai, allora ci torniamo anche l’anno prossimo nella conca».

Twitter @tulhaidetto

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250