venerdì 30 settembre 2016 - Aggiornato alle 03:31
15 settembre 2016 Ultimo aggiornamento alle 13:15

Terni, M5s passa al setaccio le isole ecologiche: «Ormai sono discariche a cielo aperto»

Dopo le segnalazioni dei cittadini, il consigliere De Luca attraversa la città: «Qui c'è il caos rifiuti»

Terni, M5s passa al setaccio le isole ecologiche: «Ormai sono discariche a cielo aperto»
I rifiuti il 14 settembre in via Di Vittorio

«La maggior parte delle isole ecologiche sono delle vere e proprie discariche a cielo aperto, a via Di Vittorio la monnezza mercoledì invadeva la carreggiata costringendo gli automobilisti a rallentare». Questo il giudizio dei consiglieri del M5s di Terni che mercoledì, dopo aver ricevuto numerose segnalazioni da parte della cittadinanza, hanno compiuto il tour promosso attraverso i social con l’hashtag #caosrifiuti.

«Ormai le isole ecologiche sono discariche a cielo aperto» Problemi sono quindi emersi a via Di Vittorio, Borgo Rivo, Gabelletta, Borgo Bovio, strada di Valserra, Vocabolo Staino, viale Trento, quartiere Matteotti, via Brodolini, basilica di San Valentino, San Giovanni, via Bartocci, Cospea: «Nell’indifferenza totale dell’amministrazione i cittadini ternani sono costretti a vivere in una situazione che ha del surreale – scrive il consigliere Thomas De Luca – mentre la giunta è continuamente impegnata a ricomporre i propri pezzi, con un sindaco che favoleggia di una città viva e vibrante, nelle strade dei nostri quartieri la situazione è al limite del rischio sanitario e oramai si è palesata sotto gli occhi di tutti la totale inadeguatezza di chi è stato chiamato a gestire a tutti i livelli questo delicato settore». Nel merito: «Se da una parte qualcuno potrebbe prendersela con l’inciviltà dei cittadini, d’altra parte non si può non far notare come il servizio di raccolta porta a porta portato avanti in tutta fretta abbia evidenziato delle lacune e dei disservizi enormi fin dalle sue fasi preparatorie, su cui non mancheranno da parte del M5s approfondimenti, denunce e atti ispettivi per verificare le responsabilità e se ci siano i presupposti per interessare l’ambito giudiziario».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250