lunedì 26 settembre 2016 - Aggiornato alle 17:36
7 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 16:02

Terni, la ripicca dei Cinque stelle mette fame: consiglieri a pranzo, salta numero legale

Guerra politica a Palazzo Spada, grillini sparano centinaia di emendamenti all’atto di Cavicchioli: slitta approvazione del bilancio preventivo, nuova seduta mercoledì alle 9.30

Terni, la ripicca dei Cinque stelle mette fame: consiglieri a pranzo, salta numero legale

di M. R.

Sciolta nel primissimo pomeriggio di martedì, per mancanza del numero legale, la seconda seduta dedicata al bilancio di previsione. L’ok sul conto contabile non c’è ancora e i tempi stringono, ma neanche tanto: secondo indiscrezioni, a tre consiglieri la lettera del Prefetto sarebbe stata notificata in ritardo rispetto agli altri ed è a decorrere da quel momento che Palazzo Spada può contare 20 giorni per l’approvazione dei conti. L’ultima data utile, al momento, non è nota.

M5s dichiara guerra alla maggioranza A complicare le cose, l’iniziativa pentastellata contro la privatizzazione di Asm e la cessione di quote societarie della multiservizi. L’atto del M5s lunedì non è stato ammesso alla discussione perché il capogruppo Pd Andrea Cavicchioli ha sollevato il problema dei tempi di presentazione scatenando il caos generale e avvelenando il dente dei grillini.

Bersagliato l’atto di Cavicchioli «Reinserite in discussione l’atto su Asm e noi siamo pronti a ritirare tutti gli emendamenti», Thomas De Luca a nome dell’indispettito Movimento 5 stelle avrebbe provato così a interrompere la guerra politica, ma la maggioranza non ha ceduto puntando forse sulla resa dei grillini per sfinimento. Nulla da fare: i pentastellati piuttosto annoiano la maggioranza con la presentazione di oltre 100 emendamenti all’atto di Cavicchioli.

Un pranzo digerito male Talmente annoiati i consiglieri che hanno pensato bene di approfittarne per uscire a mangiare qualcosa. Tanto è bastato per far mancare il numero legale. Mezz’ora più tardi è stato disposto un nuovo appello ma l’assemblea non raggiungeva comunque le necessarie 17 unità e Mascio si è trovato costretto a sciogliere la seduta. Ora restano da capire due cose: in primo luogo, visto che i Cinque stelle hanno inaspettatamente il pomeriggio libero, prepareranno un’altra colonna di emendamenti? In secondo luogo, garantito loro il tempo per la presentazione, l’Ufficio di presidenza li ammetterà proprio tutti?

Twitter @martarosati28

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250