venerdì 30 settembre 2016 - Aggiornato alle 08:38
20 luglio 2016 Ultimo aggiornamento alle 15:27

Terni, il porta a porta non decolla e un cittadino: «Sistema già vecchio». Asm e Comune rilanciano

I cittadini protestano e a Palazzo Spada audizione degli amministratori di condominio

Terni, il porta a porta non decolla e un cittadino: «Sistema già vecchio». Asm e Comune rilanciano
Kit per la raccolta porta a porta

di Massimo Colonna

Il nuovo sistema di raccolta differenziata in città per il momento non decolla e i cittadini protestano. Nel frattempo l’azienda e il Comune corrono ai ripari: Asm infatti rilancia la sua campagna informativa in tutta la città mentre il Comune organizza, tramite il lavoro della terza commissione consigliare, un incontro con gli amministratori di condominio proprio per fare il punto sulle modalità di raccolta.

La lettera La nuova raccolta differenziata per il momento non piace ai ternani, anche perché sono diversi quelli che si ritrovano spaesati con i nuovi cestelli pronti ma senza sapere cosa farne e quando iniziare ad utilizzarli con il sistema più recente. «Sono un pensionato di Terni – scrive un cittadino in una lettera inivata in redazione – ed avendo tempo ho seguito attentamente lo sviluppo che trova in questi ultimi giorni l’apice nella consegna di quelli orrendi bidoni che vanno a sostituire gli esistenti ormai vecchi e malandati ma del tutto simili. Pur con diverso orientamento politico, debbo concordare con quanto da voi riportato ed asserito dal M5S nel fatto che il sistema di raccolta nuovo è grottesco, obsoleto e che trova le sue massime criticità nella raccolta condominiale. Giusta ed auspicabile la raccolta differenziata e giusta la salvaguardia ambientale. Tanto che l’Asm e Cosp hanno pensato bene di rispettare l’ambiente sostituendo, ad esempio, fioriere su ingressi condominiali per far posto in bella mostra di bidoni (ne vedremo delle belle fra un po’ di tempo quando saranno sporchi e puzzolenti). Esteticamente è una meraviglia, non c’è che dire. E pensare che in Svizzera, già cinquanta anni fa, dove ero per lavoro, facevano raccolta differenziata in appositi contenitori posti in isole ecologiche mimetizzate e nascoste dietro accurate barriere di verde o simili. In Spagna, da anni, i bidoni sono interrati, nascosti alla vista e protetti dagli animali. Ma noi a Terni siamo avanti e guardiamo al futuro ed ecco allora una bella innovazione che porta addirittura agli anni del secondo dopoguerra quando i rifiuti venivano lasciati per strada o raccolti dai cosiddetti scopini».

L’azienda Intanto l’Asm rilancia sulla sua campagna di informazione. «Più di cento incontri pubblici sui territori di nostra competenza già fatti – spiega in una nota il presidente della municipalizzata Carlo Ottone – potenziamento del call-center e del numero verde e incontri informativi con le associazioni e i centri sociali oltre a tutto il materiale cartaceo che viene rilasciato durante la consegna dei kit per la raccolta e che può essere liberamente scaricato anche dal sito internet di riferimento e quello aziendale, sostengono ancor più i nostri cittadini in questa fase di cambiamento culturale».

I gazebo Oltre a questo sono stati allestiti cinque gazebo informativi in cinque zone strategiche della città: Mercatino Cesure, via Tre Venezie, piazza Tacito, viale della Rinascita, piazza Meridiana. «Gazebo – spiega l’azienda – che servono a dare tutte le informazioni necessarie e ad ascoltare gli utenti. Inoltre chiunque lo desideri potrà lasciare al personale che opera nei gazebo la propria mail per ricevere tutte le informazioni necessarie. Essere sempre più vicini alla cittadinanza ed aumentare il senso di partecipazione: sono questi i punti fondamentali della nostra campagna di informazione sui quali abbiamo puntato sin dall’inizio in una fase di trasformazione culturale e di cambiamenti sociali nelle nostre città”.

Incontro con i condomini Al lavoro su questo fronte c’è anche Palazzo Spada, con l’obiettivo anche in questo caso di fare quanto prima chiarezza sul nuovo sistema di raccolta. Lunedì alle 10 infatti la terza commissione consigliare si riunirà per continuare ad esaminare e discutere il regolamento sui rifiuti. «L’ufficio di presidenza – spiegano dal Comune – in occasione della seduta e considerata l’importanza dell’argomento da trattare, ha dato la propria disponibilità per ricevere ed ascoltare, in audizione, gli amministratori di condomini che lo richiedano».

@tulhaidetto

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250