lunedì 26 settembre 2016 - Aggiornato alle 02:13
21 settembre 2016 Ultimo aggiornamento alle 12:43

Terni, la guardia ambientale sulla discarica di strada dei Confini: «Segnalata già nel 2012»

Spunta un vecchio comunicato di Palazzo Spada dopo l'intervento delle guardie zoofile

Terni, la guardia ambientale sulla discarica di strada dei Confini: «Segnalata già nel 2012»

Il caso della discarica a cielo aperto lungo strada di Confini era già noto alle istituzioni nel 2012. A dichiararlo è la guardia nazionale ambientale, dopo che nei giorni scorsi le guardie eco zoofile di Collescipoli avevano effettuato la bonifica del tratto di terreno che si trova al confine tra i territori di Terni e Narni. A riprova spunta anche un comunicato dell’amministrazione comunale ternana che proprio nel 2012 metteva in evidenza come il caso fosse di competenza del comune narnese.

Serve videosorveglianza «La guardia nazionale ambientale – si legge in una nota del Corpo – richiede subito l’intervento di bonifica per l’area al sindaco competente, assessore all’Ambiente e alla Asl proprio per la salvaguardia dei cittadini. In più invitiamo gli organi competenti a installare un piano di videosorveglianza per tutta l’area in questione ormai non nuova alle discariche a cielo aperto».

Il Comune di Terni Intanto la stessa guardia nazionale segnala un comunicato del Comune di Terni datato 3 maggio 2012 in cui si affrontava proprio il tema della zona ricoperta dai rifiuti. «La direzione Ambiente del Comune di Terni – si legge nel comunicato – precisa che la situazione descritta è nota all’ufficio Ambiente ormai da tempo, in quanto il sito risulta particolarmente appetibile all’abbandono di rifiuti di ogni genere, anche pericolosi, quali lastre in eternit. In seguito alle segnalazioni pervenute, l’amministrazione comunale di Terni ha attivato le consuete procedure di accertamento riscontrando che l’area ricade nel Comune di Narni. Gli uffici della direzione Ambiente hanno costantemente trasmesso al Comune di Narni gli esposti inviati dai cittadini per la discarica abusiva. Si fa inoltre presente che il personale della polizia municipale ha effettuato molteplici sopralluoghi nella zona rilevando le presenza di materiale di volta in volta differente, indice di una periodica rimozione e di un successivo e sistematico abbandono di ulteriore materiale. Per tale motivo sono attualmente in corso indagini da parte degli organi competenti volte all’individuazione dei responsabili. Il servizio che fa capo all’Asm, alla direzione Ambiente e ai vigili urbani, è particolarmente attivo nel territorio di competenza per le situazioni analoghe di abbandono indiscriminato di rifiuti e in particolare negli ultimi due anni ha profuso con maggiore intensità il proprio impegno assicurando la rimozione dei rifiuti e il ripristino dello stato dei luoghi in un consistente numero di siti degradati».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250