lunedì 26 settembre 2016 - Aggiornato alle 05:37
11 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 09:40

Terni, sindaco fissa il timing per il rimpasto: «Mi prendo quindici giorni di tempo, poi cambio»

Vertice maggioranza-giunta dopo l'ok al bilancio. L’area Pd pressa per quattro sostituzioni: a rischio Armillei, Tedeschi e Riccardi. In pole position Narciso, Pantella e liste civiche

Terni, sindaco fissa il timing per il rimpasto: «Mi prendo quindici giorni di tempo, poi cambio»

di Massimo Colonna

«Mi prendo quindici giorni di tempo». E’ questo il timing che il sindaco Leopoldo Di Girolamo si sarebbe dato per portare qualche cambiamento nella sua squadra di governo. L’indiscrezione emerge dall’ultima riunione tra maggioranza e giunta, andata in scena subito dopo l’approvazione del bilancio di previsione.

La due linee Da una parte la maggioranza ha chiesto un cambio di passo allo stesso primo cittadino, restando sulla linea di quanto annunciato nelle passate settimane. Dall’altro Di Girolamo si è preso quindici giorni per formalizzare i cambi. Cambi che a questo punto ci saranno. Resta da capire quale sia la posta in palio.

Le richieste La maggioranza, per bocca del capogruppo del Pd Andrea Cavicchioli, avrebbe chiesto un cambio sostanziale con quattro nomi diversi da quelli attuali. Richieste che però troverebbero difficile accoglienza da parte del sindaco, che in quel caso dovrebbe cambiare praticamente mezza giunta. Ecco che l’accordo potrebbe essere trovato su un nome, al massimo due.

Chi parte e chi entra I papabili per uscire restano Giorgio Armillei per la Cultura, ‘reo’ di aver preso posizioni forti in questi ultimi mesi anche contro il Pd, Carla Riccardi alla Scuola, che sconterebbe la vicenda legata alle mense scolastiche, e Daniela Tedeschi, da molti considerata rappresentante di una fetta troppo esigua di elettori. In rampa di lancio ci sarebbero i consiglieri Pd Fabio Narciso e Alessandra Pantella, oltre a Saverio Lamanna di Città Aperta. In più ci sono da considerare le liste civiche, che oggi spingono per maggiore considerazione. Il sindaco ha annunciato da tempo anche la volontà di assegnare le sue deleghe: quella allo Sviluppo economico, che potrebbe andare all’assessore Stefano Bucari e quella alla Sanità con la vicesindaco Francesca Malafoglia tra i papabili.

Twitter @tulhaidetto

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250