lunedì 26 settembre 2016 - Aggiornato alle 07:21
27 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 16:28

Terni, il personale dei Servizi educativi chiede garanzie al Comune: «Assunzioni e tavoli aperti»

Assemblea dei dipendenti: sul tavolo il piano di riorganizzazione dei Sec

Terni, il personale dei Servizi educativi chiede garanzie al Comune: «Assunzioni e tavoli aperti»
Palazzo Spada (foto Rosati)

Chiedono nuove assunzioni e garanzie di confronto, tramite l’apertura di nuovi tavoli. Sono i dipendenti dei Servizi Educativi del Comune di Terni, che venerdì si è riunito in assemblea. Il tutto dopo il resoconto dei lavori del tavolo tecnico aperto sul percorso decisionale inclusivo che ha coinvolto anche le organizzazioni sindacali che tutelano questa categoria di dipendenti.

Le richieste In una nota firmata da Fp Cgil, Cisl Fp, Csa, Usb Pi e Rsu si fa il punto della situazione dopo l’ultimo incontro dei lavoratori del Sec. «L’assemblea – si legge nella nota – chiede di rendere pubbliche le graduatorie delle scuole comunali dell’infanzia entro il 30 giugno e quelle dei servizi 0-3 entro 30 giorni dal termine ultimo di presentazione delle domande, con l’obiettivo di aprire l’anno scolastico con la configurazione dei Sec precedente alla delibera di giunta 269/07.08.2015, quindi con il mantenimento dei livelli occupazionali di tutto il personale che opera nei servizi educativi comunali».

Le assunzioni Ma secondo sindacati e dipendenti c’è bisogno anche di nuove assunzioni. «A tale scopo si chiede di procedere nell’immediato all’assunzione di un istruttore didattico nel posto vacante, come indicato nel Dup, di un istruttore educativo per dimissioni volontarie, di un istruttore didattico, per ovviare ad un collocamento a riposo».

Gli incontri «Si chiede infine – prosegue la nota – la calendarizzazione di un numero di incontri, adeguato all’estrema complessità della questione, volti a riorganizzare i Sec entro dicembre, così da avere la configurazione dei servizi stessi nel periodo in cui il Miur indicherà i termini per la presentazione delle domande di iscrizione e soprattutto per poter affrontare la stesura della Carta dei Servizi, così da averla pronta per l’avvio dell’anno scolastico 2017-2018. Si richiede infine l’apertura immediata di un tavolo di confronto politico-sindacale sulla riorganizzazione dei Servizi Educativi Comunali».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250