venerdì 30 settembre 2016 - Aggiornato alle 13:45
31 luglio 2016 Ultimo aggiornamento alle 10:18

Terni, il festival Maree si trasforma in Mediterranea: culture a confronto per tre giorni

Dal 5 al 7 agosto il festival di Arci all'Anfiteatro di Carsulae con nuova formula

Terni, il festival Maree si trasforma in Mediterranea: culture a confronto per tre giorni
Il Teatro Romano di Carsulae (foto Rosati)

Maree si trasforma in Mediterranea. Sarà di scena dal 5 al 7 agosto il festival organizzato da Arci Terni che quest’anno propone una nuova formula per una kermesse che dal 1997 ha portato in città e nei piccoli borghi del comprensorio storie, musiche, cibi, danze di persone da ogni parte del mondo, dalla Campania al Tibet, dal Marocco alla Sicilia, dall’Umbria ai Balcani.

Festival Maree si trasforma in Mediterranea Protagonisti di questa edizione, ideata per avviare un percorso di scambio effettivo con persone che vengono da altre parti del mondo, saranno i profughi principalmente africani ospitati nei progetti di accoglienza curati da Arci Terni, ma anche dall’associazione San Martino che ha collaborato a Maree insieme all’associazione Laboratorio Idea, al Comune di Terni, al Progetto Mandale e ad Anci Umbria. Per tre giorni quindi con Maree verranno creati spazi di scambio reale, dove sarà possibile conoscere l’altro attraverso i racconti, come quello senegale di Tam Tam Morolà, ma sarà anche l’occasione per per presentare l’Umbria con musiche, paesaggi ed emergenze culturali.

Culture a confronto per tre giorni Il 5 agosto il festival si apre nell’Anfiteatro di Carsulae, recentemente recuperato, che il 5 agosto ospiterà l’appuntamento dedicato al Senegal, anche se prima, alle 17.30, al caffè letterario della biblioteca comunale di Terni è in programma la presentazione del XXV Rapporto immigrazione 2015 La cultura dell’incontro di Caritas italiana e fondazione Migrantes. Interverranno tra gli altri: Stella Cerasa (Caritas Perugia), Francesco Camuffo (presidente Arci Terni) e Francesca Malafoglia (vicesindaco Comune di Terni). Il giorno seguente spazio al Mediterraneo con dibattito alle 17 intorno alla domanda L’Italia è razzista? Alle 19 degustazione di cibi umbri e alle 21  Stefano Saletti e Banda Ikona presentano Sound City – Coste del Mediterraneo. Il 7 agosto il Progetto Mandela alle 21 presenta Nel mare di mezzo, antologia di viaggi tra balene, velieri e gusci di noce.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250