venerdì 30 settembre 2016 - Aggiornato alle 22:17
8 agosto 2016 Ultimo aggiornamento alle 20:37

Terni, il Cosec prima in Comune e poi in prefettura: «Chiarezza sul futuro delle scuole»

Delegazione di genitori al dipartimento per dire no alla riorganizzazione di Palazzo Spada

Terni, il Cosec prima in Comune e poi in prefettura: «Chiarezza sul futuro delle scuole»

di Massimo Colonna

Una visita prima negli uffici del dipartimento comunale e poi in prefettura per dire no al piano di riorganizzazione comunale definito dalla delibera 213. I genitori del Cosec tornano in campo per dire no alla chiusura della scuola di Campitello già a settembre prossimo e ai progetti studiati per gli istituti Trebisonda e Grillo Parlante. E proprio una ventina di mamme e papà di queste scuole lunedì mattina hanno fatto visita agli uffici comunali del Dipartimento dei servizi educativi e poi anche alla prefettura.

La visita L’incontro è servito per ribadire la propria posizione in merito alla riorganizzazione dei servizi disegnata da Palazzo Spada con la più recente delibera di giunta. In più i genitori erano alla ricerca di risposte da parte degli amministratori comunali e di un appoggio dagli uffici della prefettura. «Siamo qui – hanno spiegato Rodolfo Graziani del Cosec e Ilenia Sorbelli, presidente del comitato di gestione della Trebisonda – per chiedere per l’ennesima volta spiegazioni in merito alla nuova delibera che porta alla chiusura immediata della scuola di Campitello».

Il piano del Comune «L’amministrazione – spiegano – ha dunque stabilito che la Campitello sarà chiusa a settembre, mentre saranno chiuse le iscrizioni per la Grillo Parlante e sarà avviato il percorso di statizzazione per la Trebisonda. Un percorso che, oltre ad essere lungo nei tempi, non è detto nemmeno che vada in porto perché necessita di una richiesta da parte dello stesso Comune che poi deve essere accettata dal ministero, che ovviamente deve valutare anche i costi dell’operazione».

La delibera Nei giorni scorsi lo stesso Comune aveva fatto il punto della situazione proprio sulla riorganizzazione. «Il documento prevede il mantenimento delle attività delle scuole comunali dell’infanzia di Collestatte, Rataplan e Aula Verde con annesso laboratorio; la riprogrammazione dell’attività di tre scuole dell’infanzia comunali con la seguente temporalizzazione: scuola dell’infanzia comunale Campitello chiusa  dal mese di settembre 2016, scuole dell’infanzia di Grillo Parlante e Trebisonda con il mantenimento del servizio con le stesse modalità dell’anno scolastico precedente per tutte le conferme, verificata la disponibilità attuale e potenziale di posti disponibili nelle scuole statali del territorio limitrofe; il trasferimento di sede del nido d’infanzia Cucciolo nella sede della scuola dell’infanzia Campitello, con ipotesi di valorizzazione e riutilizzo della struttura di via delle Palme; programmazione della chiusura della scuola dell’infanzia statale Maratta, a motivo del numero limitato degli utenti; richiesta di statizzazione della scuola comunale dell’infanzia Trebisonda e conseguente mantenimento di presidio scolastico nella zona di Borgo Bovio, fino al completamento dei lavori per la nuova ala della scuola Oberdan che potrà ospitare anche la scuola dell’infanzia; mantenimento dell’offerta dei Centri per bambini e bambine La Casa di Alice e Pollicino».

Le risposte I genitori lunedì mattina hanno avuto modo di parlare con un dirigente del Comune che ha ribadito come le decisioni di Palazzo Spada siano arrivate a seguito di un percorso partecipativo. Il riferimento è ai tavoli che si sono svolti il 14, 15 e 16 giugno, e poi il 4 luglio. «Al tavolo si è sempre parlato di riorganizzazione – spiegano i genitori – e mai di chiusura già a settembre. Anche perché definire lo stop ad una scuola da agosto a settembre ci sembra una forzatura che porta disagi a famiglie e bambini».

@tulhaidetto

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250