lunedì 26 settembre 2016 - Aggiornato alle 22:43
16 luglio 2016 Ultimo aggiornamento alle 11:53

Terni, giunta accelera su Palasport e commissione frena su viabilità: Bencivenga furioso

Previsti 864 posti auto e sottopasso pedonale. Si stima che la rotonda di viale dello Stadio conterà 2800 veicoli l’ora. I consiglieri: «Interventi insufficienti»

Terni, giunta accelera su Palasport e commissione frena su viabilità: Bencivenga furioso
Palazzo Spada (foto Rosati)

di M. R.

Avviata la discussione sul mega progetto per il palazzetto, ecco le prime frenate in commissione: il mondo dello sport, che da anni attende il grande passo, teme già qualcosina. «Un’opera di così importanti volumi e che prevede un afflusso significativo di utenti al suo interno, in una zona già particolarmente gravata da ingente traffico, necessita di una valutazione tecnica a livello di viabilità e quindi di alcune modifiche infrastrutturali di supporto alla sua realizzazione».

Palasport Con queste premesse l’assessore Emilio Giacchetti, parlando del palazzetto dello sport che dovrebbe sorgere nella zona del foro boario, si è rivolto alla seconda commissione consiliare presieduta da Faliero Chiappini. Il più giovane della giunta Di Girolamo, su richiesta della commissione stessa e in vista del voto consiliare al progetto preliminare, ha portato sul tavolo una relazione della direzione mobilità che ha tutt’altro che convinto il consigliere di Progetto Terni Luigi Bencivenga. Perplessità sono state espresse anche da Enrico Melasecche di I love Terni, Marco Cecconi di Fratelli d’Italia, Federico Brizi di Forza Italia, Franco Todini di lista civica Il Cammello e Patrizia Braghiroli del Movimento Cinque stelle.

Mobilità viale dello Stadio Nel documento fornito ai commissari ci sono le strategie previste per decongestionare il traffico quando il polo attrattivo sarà completato e gli utenti si sommeranno a quelli delle vicine Piscine e dello stadio Libero Liberati. L’intervento previsto dagli uffici prevede l’eliminazione degli esistenti bracci di accesso a Foro boario e stadio, che verrebbero uniti in un altro braccio per l’ingresso all’intera area, zona San Martino inclusa, tramite collegamento col parcheggio lato fiume Nera. Per quanto riguarda i flussi, si stima che nelle ore di punta la rotatoria di viale dello Stadio, che sarà intitolata al campione di motociclismo Paolo Pileri, possa raggiungere i 2800 veicoli l’ora a fronte di una saturazione pari a 4000 mezzi. Per quanto riguarda i parcheggi, dei 665 posti auto minimi previsti dalle normative vigenti, a supporto della struttura Palazzo Spada ha pensato di realizzarne 864.

Parcheggi Spazio non solo agli automobilisti, nella relazione si legge infatti di un’area dedicata a pedoni, ciclisti, motociclisti e conducenti di veicoli ecologici quindi ci saranno postazioni di bike sharing e stalli di sosta per motocicli oltre a colonnine di ricarica per le auto elettriche. In viale dello Stadio dovrebbe essere realizzato un sottopasso ma solamente pedonale mentre un’area sarà riservata alla sosta e alla manovra dei mezzi pubblici. Un altro sottopasso di accesso all’area del Palasport, questo probabilmente carrabile, dovrebbe essere realizzato in corrispondenza della strada di San Martino, così da evitare a chi proviene da viale Borzacchini di percorrere per forza viale dello Stadio.

Palazzetto dello sport «Avete presente il mercoledì, solo con il mercatino, che cosa succede su viale dello Stadio? – chiede Cecconi – Questa relazione è insufficiente e non centra le aspettative che ha la città per una struttura così importante. Non possiamo continuare a costruire metri cubi e solo successivamente tamponare le criticità viarie perché i Romani, che non a caso hanno civilizzato il mondo, prima si preoccupavano delle infrastrutture poi di tutto il resto e non il contrario». Sulla stessa lunghezza d’onda Melasecche e Todini

Consiglieri minacciano voto contrario Davvero furioso Bencivenga che non sopporta il fatto che «nella delibera di giunta con la quale è stato approvato il progetto preliminare di fattibilità tecnico-economica del nuovo palazzetto dello sport non c’è accenno alcuno agli aspetti di mobilità, viabilità e traffico. La relazione dedicata doveva far parte degli allegati perché questi aspetti sono imprescindibili dalla realizzazione del nuovo polo attrattivo, neppure ci sono costi indicati. Deve stare molto attento – tuona contro Giacchetti – perché le responsabilità saranno le sue. È assolutamente necessario realizzare sottopassi carrabili con uscita da altre parti, una per esempio al cimitero. Non voterò l’atto per le carenze sugli aspetti della mobilità, questa relazione è solo carta, voglio vedere i progetti». Anche i Cinque stelle minacciano voto contrario alla delibera, Braghiroli: «L’assessore Bucari non pensi che la commissione e il consiglio si esprimano esclusivamente sulla variante urbanistica perché la delibera di giunta è ben più complessa, ogni allegato ha il suo peso».

Twitter @martarosati28

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO
  • Paolo Lofaro

    Ma a completare quello che avete iniziato, nessuno ci pensa o forze non e’ piu’ PRODUTTIVO.

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250