giovedì 29 settembre 2016 - Aggiornato alle 12:08
13 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 18:05

Terni, genitori e insegnanti contro la delibera 25: «No a tagli sui servizi educativi comunali»

Sit in sotto Palazzo Spada e incontro con il sindaco, intato arriva l'atto dalla commissione

Terni, genitori e insegnanti contro la delibera 25: «No a tagli sui servizi educativi comunali»

di Massimo Colonna

«I bambini non sono numeri. Va bene la riorganizzazione ma no a chiusure e a tagli». C’è ancora la delibera 25, quella della riorganizzazione dei servizi educativi, al centro della protesta messa in campo venerdì mattina davanti a Palazzo Spada da genitori e insegnanti. Ad accoglierli il presidente del consiglio comunale Giuseppe Mascio che ha organizzato anche un incontro con il sindaco Di Girolamo.

Bandiere e bimbi Una trentina di insegnanti e genitori, accompagnati anche dai bimbi, hanno così manifestato sotto il palazzo del Comune. Il tutto in occasione dello sciopero nazionale indetto dall’Usb «contro la privatizzazione di tutti i servizi educativi comunali e per la tutela di un servizio di qualità a favore dei bambini e dei genitori, le educatrici e le insegnanti, per chiedere che l’offerta educativa venga ampliata e valorizzata seriamente e che non si proceda alla statizzazione o privatizzazione di alcuna struttura».

L’atto di indirizzo Intanto in seconda commissione arriva un nuovo passaggio proprio sulla riorganizzazione dei servizi. Si tratta di un approfondimento sulla refezione scolastica che è stato approvato con sei voti a favore, un astenuto (il consigliere Pasculli dei Cinque Stelle con delega della collega Trenta), assente Crescimbeni. L’atto impegna la giunta su diversi punti, tra cui «il mantenimento di tutte le cucine in loco, a fare proprio il lavoro della commissione, a verificare la possibilità di inserimento di clausole di salvaguardia all’esito dei report di valutazione del servizio, a prevedere nella elaborazione del capitolato d’appalto che il soggetto appaltatore attui attraverso appositi strumenti amministrativi, i principi della corretta educazione alimentare».

Twitter @tulhaidetto

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250