25 luglio 2016 Ultimo aggiornamento alle 14:51

Terni, Fratelli d’Italia attacca sul Briccialdi: «Il nostro atto di indirizzo è del settembre 2014»

Il consigliere Cecconi: «La giunta ora è in difficoltà ma la vicenda è annosa»

Terni, Fratelli d’Italia attacca sul Briccialdi: «Il nostro atto di indirizzo è del settembre 2014»
Marco Cecconi

di Massimo Colonna

«Con un atto di indirizzo che risale al settembre 2014 avevamo già chiesto alla giunta e al sindaco di fare il punto sui rapporti con il Briccialdi e sulla situazione economica tra le due parti. E oggi a quasi due anni di distanza ci ritroviamo con l’istituto musicale chiuso, un quadro ancora da definire e l’esecutivo che annaspa alla ricerca di soluzioni che potevano essere ragionate invece molto tempo fa».

L’atto di indirizzo  Ad intervenire sul caso Briccialdi, come noto rimasto chiuso per volontà del suo presidente Vincenzo Bisconti giovedì scorso dopo che la giunta Di Girolamo non ha firmato la delibera che proponeva la proroga degli accordi con il Comune stesso fino alla fine di settembre, è Marco Cecconi (FdI). Il consigliere prima mette sul tavolo l’iniziativa portata in consiglio due anni fa e poi attacca esecutivo e maggioranza. In quel documento Fratelli d’Italia chiedeva l’impegno della giunta «ad attivare con la massima tempestività le procedure di riscossione del credito (tra Comune e istituto, ndr) e a provvedere in alternativa, in assenza della concreta possibilità di procedere in tempi brevi al recupero di tale credito, a compensare la somma con l’erogazione dovuta per convenzione a favore del Briccialdi, in modo così da recuperare risorse che possano essere utilizzate a favore dei servizi al cittadino».

Tempi lunghi E ancora: «È dunque da due anni che la vicenda è all’attenzione della politica cittadina – spiega Cecconi – mentre oggi vengono al pettine problemi annosi a cui evidentemente nessuno in maggioranza e nell’esecutivo ha saputo trovare risposta. Per quanto mi riguarda, nelle scorse settimane sono stato personalmente al Briccialdi a parlare con il presidente, il direttore e i docenti, per avere un quadro più chiaro. Cosa che invece, a quanto mi risulta, non hanno fatto i consiglieri del Partito democratico, che invece continuano a dividersi su questioni lontane dalla gente e non pensano ai problemi reali della città».

@tulhaidetto

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250