giovedì 29 settembre 2016 - Aggiornato alle 01:55
23 settembre 2016 Ultimo aggiornamento alle 11:59

Terni, è Franceschini il nuovo presidente Confartigianato: «Il mondo evolve velocemente»

Prende il testimone da Flamini che lascia dopo otto anni: «Esperienza che porto dentro»

Terni, è Franceschini il nuovo presidente Confartigianato: «Il mondo evolve velocemente»

di Massimo Colonna

«Il mondo va veloce, le imprese devono evolversi e farlo anche rapidamente». Sono le prime indicazioni del mandato del nuovo presidente di Confartigianato Mauro Franceschini, che venerdì pomeriggio ha raccolto il testimone da Giuseppe Flamini, che lascia dopo due mandati da quattro anni ciascuno. Cerimonia istituzionale nei saloni dell’ente con la presenza di rappresentanti politici e del mondo dell’economia locale e regionale.

Le parole La parola prima ha chi passa la mano. «Lascio dopo due mandati – ha spiegato il presidente uscente Flamini – e otto anni di presidenza. Per me è stato un onore ricoprire questo ruolo e porterò con me, nella mia esperienza di vita, tutti i lavori portati avanti con l’aiuto delle tante persone che mi hanno accompagnato in questa avventura. Sono stati anni complicati ma ci siamo tolti delle soddisfazioni a livello lavorativo. Grazie a tutti».

L’era della crisi Flamini ha preso il timone dunque nel 2008, vale a dire proprio in concomitanza dei primi segnali della bolla economica negli Usa che a breve avrebbe travolto anche l’Europa con la crisi divenuta poi mondiale. Dunque l’ormai ex presidente ha traghettato Confartigianato in pieno mare in tempesta, lasciando alla fine dei conti il numero degli associati in aumento. «Resterò comunque all’interno di questa famiglia», spiega Flamini, che non spiega quale sarà il suo futuro ma con ogni probabilità resterà a capo di una delle cinque sezioni di Confartigianato.

Il nuovo modello Poi ecco Franceschini. «Il mondo evolve rapidamente – ha spiegato nel suo breve intervento – e anche le nostre imprese devono essere pronte a farlo. Per questo ci servono strumenti snelli e incisivi. Qui voglio fare un appello alla politica, che spesso è concentrata sulle start up ma a ben vedere nel nostro territorio meno del 60 per cento supera poi i tre anni di vita. Servirebbero misure poi anche per favorire un migliore passaggio generazionale, visto che molte delle nostre imprese passano di mano di padre in figlio con uno scarto di strumenti e di conoscenze spesso molto elevato. Sul credito – ha continuato Franceschini – spero ci si possa avvicinare ad un buon credito, ossia quello assegnato a chi ha offre progetti validi. Spesso però, e qui faccio autocritica, le imprese non si mostrano appetibili per i flussi di credito. E su questo possiamo e dobbiamo lavorare».

I numeri Mauro Franceschini, 41 anni, past-president dei Giovani imprenditori di Confartigianato Imprese Terni, ex vice presidente nazionale dei Giovani imprenditori, ha occupato per lungo tempo il ruolo di rappresentare l’Umbria nel sistema Confartigianato nazionale e negli ultimi quattro anni è stato vice di Flamini. Attualmente impegnato, come negli ultimi 23 anni, nella direzione dell’azienda di famiglia ‘Franceschini F.lli Snc’ che realizza astucci per gioielleria ed oreficeria sin dal 1956.

Le altre cariche Insieme a Franceschini sono stati eletti il vice presidente vicario Paolo Giubilei, titolare della Saim Service Srl, del settore elettrico-elettromeccanico dal 1985, e il vice presidente Alvaro Giovannini, imprenditore nel settore multiservizi, titolare della Smac Srl, azienda che opera nel centro Italia dal 1993. All’iniziativa hanno preso parte anche il sindaco di Terni Leopoldo Di Girolamo, l’assessore al Commercio Daniela Tedeschi, il vice prefetto vicario Andrea Gambassi, l’assessore regionale Fabio Paparelli, il consigliere regionale Raffaele Nevi, la direttrice della Camera di Commercio di Terni Giuliana Piandoro, i vertici di Confartigianato Umbria e i più importanti Istituti di credito del territorio.

@tulhaidetto

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250