martedì 27 settembre 2016 - Aggiornato alle 19:15
17 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 20:44

Terni, disoccupazione giovanile da record: oltre il 53%, 11mila cercano lavoro

La Camera di Commercio celebra la Giornata dell'Economia: ecco tutti i dati

Terni, disoccupazione giovanile da record: oltre il 53%, 11mila cercano lavoro

Undicimila ternani sono in cerca di lavoro con la percentuale della disoccupazione giovanile che schizza al 53,1 per cento, ben al di sopra della media regionale (38,7) e addirittura nazionale (40,3). Questo il dato più preoccupante che esce dal report della Camera di Commercio stilato in occasione della 14esima Giornata dell’economia, appuntamento annuale del sistema camerale per fare il punto sull’andamento degli indicatori socio-economici di ogni provincia italiana.

I numeri delle imprese Secondo i dati il 2015 si è chiuso con un incremento nel numero delle imprese registrate. Erano 22.170 al 31 dicembre 2014, ora salgono a 22.355 dopo dodici mesi. I dati anagrafici sul lungo periodo disegnano un trend in sofferenza per le imprese artigiane. Diminuisce progressivamente infatti il numero delle iscritte dal 2011 ad oggi. Si passa dalle 5.296 del 2011 alle 4.973 registrate al 31 dicembre 2015. Sono state 464 le cessazioni non d’ufficio nel 2015, e il tasso di mortalità registrato a Terni raggiunge il 9,28 per cento, a Perugia supera il 7 per cento (7,43), negativo pertanto anche il tasso di sviluppo imprenditoriale (-1,06). Per quanto riguarda la forma giuridica nel 2015 il sistema produttivo della provincia di Terni rileva una presenza di società di capitali ancora piuttosto limitata, pari al 22,2 per cento del totale delle imprese registrate, ma in crescita rispetto al passato.

Imprese al femminile e straniere Nel 2015 le imprese femminili registrate a Terni sono oltre il 26,8 per cento, molto al di sopra del valore in Umbria (25,1) e in Italia (21,7). Le imprese giovanili sono il 10 per cento, dato che coincide con il trend a livello nazionale. In lieve crescita le imprese a guida straniera (7,8 per cento del totale). Restano le costruzioni il settore dove si concentra l’imprenditoria straniera (17 per cento), segue il commercio (9,8) e il settore turismo (9,7). Peggiora il tasso di sopravvivenza delle imprese. Tra le iscritte nel 2012, risulta attivo dopo tre anni il 62% delle imprese, era il 68% nel 2014.

Disoccupazione C’è qualche segnale di miglioramento nel mercato del lavoro: il tasso di disoccupazione (nella fascia di età 15 anni e più) ha registrato un calo sul nostro territorio, sia pur limitato, passando dal 12,2 per cento del 2014 all’11,2 del 2015. Peggiora notevolmente invece la situazione per i giovani in cerca di lavoro. Il tasso di disoccupazione nella fascia di età 15-24 anni nel 2015 ha raggiunto il 53,1 per cento. Dato che disallinea la provincia rispetto al resto della regione. Infatti il tasso di disoccupazione è molto al di sopra del dato regionale (38,7%) e del dato nazionale (40,3%). Ci sono inoltre ben 11mila persone alla ricerca di occupazione, di cui 4, 8mila uomini e 6mila donne. Dato questo quasi triplicato rispetto al 2011 quando le donne in cerca di occupazione in provincia erano 2mila.

Le proposte della Camera di Commercio «Sono dati che esprimono una situazione di difficoltà con cui gli imprenditori devono confrontarsi giorno dopo giorno ormai da troppo tempo – sottolinea il presidente della Camera di Commercio Giuseppe Flamini – il nostro lavoro come Camera di Commercio resta quello di operare in modo lungimirante e di proiettarci nel futuro, ma cercando di aiutare le imprese a superare anche i problemi contingenti». «Il sistema camerale, in quanto parte della pubblica amministrazione, è oggetto di riforme importanti – spiega il segretario generale, Giuliana Piandoro – la riduzione del diritto annuale ha inciso profondamente sulle politiche e sugli interventi promozionali della Camera di Commercio, tuttavia nel 2016 puntiamo a raggiungere obiettivi strategici importanti a favore delle nostre imprese che nel futuro, crediamo, avranno ancor più bisogno di una camera solida in grado di sostenerle nelle loro azioni di business».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250