domenica 25 settembre 2016 - Aggiornato alle 17:40
4 agosto 2016 Ultimo aggiornamento alle 11:42

Terni, controlli anti prostituzione e spaccio: 172 persone identificate, due denunce

Squadra mobile e volante impegnati in servizio straordinario, al setaccio anche 35 veicoli

Terni, controlli anti prostituzione e spaccio: 172 persone identificate, due denunce

Sono 172 le persone identificate, 35 veicoli controllati, due persone denunciate e altre due segnalate. Questo il bilancio del primo giorno di attività di controllo straordinario del territorio, da parte di squadra mobile e squadra volante, disposta dal questore Carmine Belfiore. L’operazione è iniziata ieri mattina ed è andata avanti fino a notte fonda attraverso 8 posti di controllo: passanti al setaccio i luoghi di aggregazione giovanile, le vie della prostituzione, la zona industriale, le piazze note per essere frequentate da tossicodipendenti e i locali notturni.

Polizia Due le persone denunciate; si tratta di cittadini stranieri il primo dei quali fermato all’uscita del carcere di via Sabbione per un normale controllo. Marocchino  di 31 anni, ha dichiarato di essere venuto a Terni per far visita al fratello detenuto, ha esibito una carta di identità italiana rilasciata dal Comune di Perugia, ma dal controllo in banca dati è emerso un provvedimento di espulsione nei suoi confronti del gennaio 2015, a firma del questore di Terni, è stato dunque denunciato per non aver ottemperato alla misura e nuovamente espulso.

Immigrazione Denunciato anche un altro giovane pregiudicato nordafricano per non aver ottemperato alla misura del Foglio di via obbligatorio con  divieto di ritorno, identificato durante i controlli in piazza Solferino. Qui sono stati fermati altri due stranieri: un cittadino del Ciad di 38 anni, lo stesso che venerdì scorso aveva ferito due agenti nel tentativo di sfuggire ad un controllo, il quale è stato messo a disposizione dell’Ufficio immigrazione perché privo di protezione internazionale richiesta visti i precedenti per droga e con permesso di soggiorno scaduto: avrà 15 giorni di tempo per lasciare il territorio nazionale. L’altro straniero identificato è un cittadino egiziano, di 29 anni, sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di firma, presso la stazione carabinieri di Roma piazza Farnese, per rapina impropria; la sua presenza a Terni è stata segnalata al fine di procedere ad un aggravamento della misura.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250