lunedì 26 settembre 2016 - Aggiornato alle 14:14
31 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 23:05

Terni, completato il puzzle scuole: tutti soddisfatti della proposta last minute dell’assessore Bucari

Aula verde alla XX Settembre senza scontenti, uffici comunali a lavoro per stringere i tempi

Terni, completato il puzzle scuole: tutti soddisfatti della proposta last minute dell’assessore Bucari

MULTIMEDIA

Guarda le foto

di Marta Rosati

L’incontro decisivo annunciato da Umbria 24 è arrivato martedì pomeriggio e il tavolo, non privo di tensioni, alla fine ha messo d’accordo tutti: la soluzione definitiva per la scuola comunale d’infanzia Aula verde è alla statale XX Settembre, per l’edificio della quale saranno appaltati lavori per 75 mila euro. L’unico dubbio per i più diffidenti restano i tempi: bando di gara, assegnazione lavori e fine cantiere sarà l’iter da portare a termine entro l’estate, prima che abbia inizio l’anno scolastico 2016/17.

Viaggio nella scuola: fotogallery

Risiko scuole Quel laboratorio malandato al piano interrato, dichiarato inagibile dalla dirigete Isabella Olimpieri si farà in due e sarà dotato di tutte le necessità tecnologiche che fanno il caso della XX Settembre, prossima alla digitalizzazione di due aule a servizio della primaria, per l’infanzia Aula verde invariata la superficie a disposizione: un’intera rotonda (6 aule) e giardino di pertinenza ad uso esclusivo. Gli ingressi saranno separati.

Palazzo Spada coinvolge e risolve Al vertice conclusivo del Risiko scuole, l’assessore Bucari ha convocato, oltre ai rappresentanti delle due scuole anche i dirigenti comunali del ramo (Virili e Mazzoni) e quelli dei lavori pubblici (Pierdonati e Fredduzzi), la proposta avanzata dall’amministrazione comunale ha trovato condivisione: «Ora – sottolinea Bucari – inizia il lavoro serrato per gli uffici comunali, volto ad accelerare l’iter tanto per gli investimenti da 75 mila euro previsti per la XX Settembre quanto per quelli da 55 mila previsti per la Brin dove saranno trasferite le cinque sezioni del corso Montessori. Mi preme ringraziare – dichiara a Umbria 24 l’assessore – tutti gli attori coinvolti nella vicenda per lo spirito propositivo di collaborazione dimostrato, la mediazione è avvenuta per buonsenso. È stato chiaro a tutti lo sforzo della giunta a creare condizioni ottimali per i bambini sia in termini di sicurezza che di vivibilità e crescita educativa all’altezza. L’auspicio è che le divisioni che si sono delineate in questi mesi si trasformino in condivisioni».

Il tavolo rischia di saltare «Confronto sofferto – dichiarano dall’Aula verde ma la soluzione è ottimale, il Comune ha garantito oltre alla divisione degli spazi proposta anche un intervento manutentivo sui bagni e sulle aule che attualmente presentano criticità. Siamo soddisfatti di aver raggiunto questo obiettivo, è stata una nostra vittoria. Ci auguriamo solo che non sorga il problema dei tempi».

La soddisfazione della XX Settembre «Siamo arrivati ad un accordo che soddisfa tutti – commentano dall’infanzia statale – l’assessore è stato molto disponibile e ha garantito il cablaggio delle due aule che saranno create nel seminterrato, i nostri bambini avranno a disposizione tre aule e due laboratori e resteranno separati dai bambini della primaria. L’amministrazione ha recepito le nostre esigenze e non possiamo che essere contenti. I buoni propositi ci sono, speriamo che tutto vada per il meglio». Ricorso al Tar evitato.

Twitter @martarosati28

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250