venerdì 30 settembre 2016 - Aggiornato alle 18:53
1 luglio 2016 Ultimo aggiornamento alle 19:57

Terni, caso Asm-Acea: Piermatti si chiama fuori dal conflitto d’interessi, show Melasecche e Piccinini

Il consigliere dem riferisce in aula il colloquio col segretario generale e scoppia il caos

Terni, caso Asm-Acea: Piermatti si chiama fuori dal conflitto d’interessi, show Melasecche e Piccinini
Palazzo Spada sede Comune di Terni

di Mar. Ros.

«Mio fratello in Acea non è un azionista ma dirigente e ha un rapporto di dipendenza con la società, quindi non esiste nessun conflitto d’interesse, in relazione alla discussione che avvieremo per Asm,  tra la mia presidenza di terza commissione e la sua posizione». Lo dichiara il consigliere dem Sandro Piermatti a seguito del confronto che avrebbe avuto con Giuseppe Aronica e finiscono per discutere animatamente i consiglieri Enrico Melasecche e Sandro Piccinini

Asm-Acea e il caso dei fratelli Piermatti «Ho effettuato un incontro con il segretario generale – afferma – per chiarire rispetto al caso sollevato dalla consigliera Cinque stelle Valentina Pococacio e ho trovato conferma di quanto già pensavo; siamo in questo caso di fronte ad un atto di programmazione, solo qualora ci fossero effettivamente discussioni inerenti il rapporto Asm-Acea potrebbe sorgere il problema. Peraltro dallo stesso segretario è stato evidenziato come il lavoro della commissione sia istruttorio per cui intendo proseguire come ho fatto sempre onestamente con impegno di trasparenza e militanza amministrativa nel ruolo che svolgo e parteciperò alla fase di discussione del piano industriale di Asm. Liberamente deciderò come comportarmi al momento dell’approvazione dell’atto in consiglio. Se qualcuno nutre ancora dubbi lo invito a muoversi entro le indicazioni di legge poi ognuno si difenderà nella maniera che ritiene più opportuna».

Piccinini e Melasecche show La Pococacio, al termine dell’intervento di Piermatti ha chiesto di avere il parere de segretario in forma scritta ma il presidente l’ha invitata a richiederla direttamente all’Ufficio di Segreteria: «Mi stupisco della sua scarsa disponibilità» ha replicato la grillina. La scintilla ha acceso il capogruppo di I love Terni Melasecche: «Non metto in discussione la buonafede di Piermatti ma che certe questioni vegano affrontate vis à vis mi pare del tutto assurdo, legittima la richiesta della Pococacio. Alla prossima seduta voglio che ci sia Aronica». A gamba tesa sulla maggioranza il dem Piccinini: «Siete ridicoli». Il botta e risposta che ne scaturisce tra i due ha del grottesco. Melasecche: «Tornatene a Marmore» e Piccinini: «Vattene a casa tu, perugino».

Twitter @martarosati28

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250