domenica 25 settembre 2016 - Aggiornato alle 19:23
7 luglio 2016 Ultimo aggiornamento alle 08:54

Terni, blitz in sedici abitazioni sospette: denunce ed espulsioni. Sequestrato fucile a canne mozze

Controllo congiunto di forze dell'ordine, due stranieri trovati a confezionare hashish in vico della Stella. Arma scoperta in viale Brin dentro borsone abbandonato. Indaga la squadra mobile

Terni, blitz in sedici abitazioni sospette: denunce ed espulsioni. Sequestrato fucile a canne mozze
La droga nella casa di vico della Stella

Blitz in abitazioni, negozi e luoghi di ritrovo di centro e periferia. Raffica di controlli dalle 19 di mercoledì alle 2 del mattino di giovedì a Terni dove poliziotti, carabinieri, finanziari, forestali e agenti della polizia municipale hanno passato al setaccio sedici appartamenti segnalati da residenti, sei esercizi pubblici e zone come largo Frankl, piazza Meridiana e piazza Solferino.

Fotogallery dell’operazione

Blitz in sedici appartamenti Il servizio coordinato dalla Prefettura, in attuazione al nuovo piano di controllo del territorio, ha permesso di scoprire in un immobile di via vico della Stella due cittadini di nazionalità egiziana di 18 e 29 anni intenti a confezionare dosi di hashish. Gli agenti hanno sequestrato 65 euro e alcuni grammi di droga, ma anche disposto gli accertamenti del caso a carico dei due giovani, uno dei quali è risultato presente in Italia senza alcun titolo, oltre a essere destinatario della misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria di Roma per rapina, mentre sull’altro gravava il divieto di dimora a Terni e quindi inottemperante al foglio di via obbligatorio. Entrambi sono stati quindi accompagnati in questura e denunciati per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, oltre che per aver violato misure cautelari.

Espulsioni e denunce In un altro appartamento sito in via Giovanni XXIII è stato rintracciato un tunisino quarantunenne, inottemperante a un precedente decreto di espulsione. L’uomo è stato accompagnato in questura, denunciato e nuovamente espulso. In un’abitazione di via fratelli Rosselli è stato invece rintracciato un cittadino di nazionalità ucraina da alcuni giorni ospite di una sua connazionale. L’uomo di 48 anni è risultato irregolare in Italia ed è stato espulso dall’ufficio Immigrazione. In una casa di via Angeloni, invece, è stato identificato un cittadino nigeriano a cui era erano state revocate le misure di accoglienza ed era quindi presente in Italia senza alcun titolo, per lui è scattata l’espulsione. Nella mattinata di mercoledì l’ufficio Immigrazione ha espulso altri due cittadini stranieri, uno originario dell’Albania e l’altro della Tunisia.

Fucile a canne mozze Nell’ambito del controllo congiunto nei paraggi di un esercizio pubblico di piazza Solferino un giovane di fronte ai poliziotti ha cercato di disfarsi di una dose di hashish ed è stato segnalato alla Prefettura come assuntore. Nel corso dei serrati controlli è stato rinvenuto in uno zaino un fucile a canne mozze con colpi inesplosi abbandonato in viale Brin e sono in corso accertamenti da parte della squadra mobile per risalire al proprietario dell’arma che appare perfettamente funzionante. Non è da escludere che qualcuno se ne sia disfatto proprio nella serata di ieri per evitare di incappare nei serrati controlli che hanno visto complessivamente impegnate 12 pattuglie delle Forze di Polizia, sono state controllate complessivamente 123 persone.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO
  • Romina

    un grande grazie va alle forze dell’ordine…loro bravi a prenderli,sbagliato quelli che li fanno tornare subito in libertà.

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250