giovedì 29 settembre 2016 - Aggiornato alle 03:36
6 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 20:24

Terni, aumenta il controllo sul territorio e calano i reati: ecco i numeri della festa dei carabinieri

Anniversario della fondazione del Corpo dell'Arma: «Chiuso iter per la stazione di Arrone»

Terni, aumenta il controllo sul territorio e calano i reati: ecco i numeri della festa dei carabinieri

di Massimo Colonna

Aumentano i controlli sul territorio e calano i reati, in particolare le rapine e i furti. A sottolineare i numeri degli ultimi dodici mesi di attività è direttamente il comandante provinciale dei carabinieri, Giovanni Capasso. Sotto il diluvio il comandante mette in evidenza «l’importanza dei controlli di prossimità, quelli sul territorio, che hanno permesso la diminuzione dei reati complessivi». E’ il 202esimo anniversario della fondazione dell’Arma, festeggiato anche nella caserma di Terni alla presenza delle massime autorità locali, delle istituzioni religiose e politiche.

La nuova stazione Ad ascoltare il discorso del comandante Capasso anche il sottosegretario al ministero dell’Interno Gianpiero Bocci, il prefetto Angela Pagliuca, i consiglieri regionali Raffaele Nevi di Forza Italia, Eros Brega del Partito democratico e Andrea Liberati del Movimento Cinque Stelle. In più esponenti del mondo di polizia e guardia di finanza. «Sono lieto di annunciare tra l’altro – ha spiegato Capasso in apertura del suo discorso – che è concluso l’iter per la realizzazione della nuova caserma di Arrone. Un passo importante che ci permetterà di essere ancora più presenti sul territorio». Il comandante ha ricordato le ultime operazioni portate a termine, tra cui quella sull’omicidio Bellini, poi ha ringraziato i presenti prima di lasciare spazio alle premiazioni.

I numeri La festa è stata anche occasione per fare il punto sui numeri relativi alle operazioni durante gli ultimi dodici mesi. I reparti dipendenti dal comando provinciale hanno perseguito il 75 per cento del totale dei reati consumati nella provincia, ossia 5.278 su 7.017, scoprendone 1.245. Confrontando i risultati ottenuti dalle trenta stazioni, dai tre nuclei operativi e radiomobile delle compagnie e del reparto operativo del comando provinciale, nel periodo maggio 2014–aprile 2015 con quelli dello stesso intervallo di tempo un anno dopo emerge che l’Arma ha denunciato complessivamente 1.515 persone contro le 1.074 dell’anno precedente (+41 per cento); arrestato 82 persone contro 108 (-24 per cento); aumentato il numero dei controlli sul territorio, passando dai 37.861 dello scorso anno agli attuali 44.973 (+18,7 per cento). Calano così i reati complessivi del 18,6 per cento, le rapine del 37 per cento, i furti del 23,5 per cento.

Gli encomi Durante la celebrazione sono stati anche conferiti encomi ai militari dell’Arma che si sono distinti per particolari operazioni. I riconoscimenti sono andati a: Andrea Cioca, Pietro Petronio, Piercarlo Palmieri, Marco Bruschini, Tommaso Panetti, Gianluca Boccardi, Dario Allegretti, Giancarlo Ciliani, Sergio Adami, Rossano Asciutti, Mario Milillo, Rino Ciferri. Apprezzamenti per Mirco Marcucci, Piero Pacetti, Edoardo Martelli, Robertino Mattei, Gabriele Stroppa, Ferruccio D’Ambrogio, Francesco De Angelis Marocco, Luca Filipponi, Mauro Nicolini, Marco Terzo, Corrado Spognetta, Mauro Ciccozzi, Cristiano Lupinelli, Ugo Ascione.

Twitter @tulhaidetto

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250