lunedì 26 settembre 2016 - Aggiornato alle 21:01
7 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 11:39

Terni, al contest dell’istituto Casagrande vince Sunny: un caricabatterie ad energia solare

L'invenzione della Eco Recharge si impone all'evento della Umbria Risorse

Terni, al contest dell’istituto Casagrande vince Sunny: un caricabatterie ad energia solare

La Eco Recharge Spa con il caricabatterie a energia solare Sunny si è aggiudicata il contest promosso dall’istituto professionale e tecnico commerciale Casagrande-Cesi nell’ambito del progetto Alternanza scuola-lavoro, realizzato in collaborazione con l’incubatore di start up innovative Umbria Risorse e il Polo didattico e scientifico di Terni.

I partecipanti Il progetto, che ha visto coinvolti i ragazzi del terzo anno dell’istituto, si è articolato in tre fasi: corsi di formazione su sicurezza sul lavoro e a scuola, imprenditorialità e strategia Europa 2020, elaborazione di un’idea imprenditoriale, elaborazione del relativo business plan. Sei le idee scaturite nel settore del riciclo e riutilizzo dei rifiuti, dell’innovazione hi-tech e del marketing territoriale.

Chi ha vinto Nel corso dell’evento finale i sei gruppi di studenti hanno esposto i loro progetti a una commissione composta dal management di Umbria Risorse che ha selezionato l’idea migliore che ora sarà ‘incubata’. Quattro i criteri utilizzati per valutare i progetti – innovazione, sostenibilità, imprenditorialità e comunicazione – ed in base ai quali è stata selezionata la proposta della 3C dell’istituto.

Ecco Sunny Sunny (Solar sUstanaible iNnovation Natural batterY) è un caricabatteria portatile per strumenti elettronici che sfrutta l’energia solare e che punta sui tempi di ricarica notevolmente ridotti rispetto agli attuali prodotti presenti sul mercato. Il team è composto dall’amministratore delegato Chiara Colasanti, Sara Argenti, Mariele Armadori, Asia Morroni, Federico Gubbiotti, Achille Garofalo, Alessio Petrollini, Ivan Milardi, Jacopo Marini, Sara Di Giuli, Simona Fantini, Giorgia Todini, Rosalba Marini, Irene Stefanangeli, Lucrezia De Angelis.

Come nasce l’idea «Con questo progetto – commentano il presidente di Umbria Risorse, Ivano Emili, e il direttore Marcello Bigerna – abbiamo avvicinato i giovani all’impresa sostituendo il semplice stage di qualche giorno in azienda con un percorso formativo sull’imprenditorialità e successivamente con un processo guidato di creazione di impresa. Come Umbria Risorse spa abbiamo coordinato questo progetto, fornito gli esperti per la formazione e supportato i ragazzi, insieme agli insegnanti, nelle varie fasi. E’ stata una bellissima esperienza che ha portato alla luce sei interessanti idee progettuali che, al di là della classifica finale, continueranno il loro percorso progettuale anche nel prossimo anno».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250