domenica 25 settembre 2016 - Aggiornato alle 15:59
20 settembre 2016 Ultimo aggiornamento alle 18:43

Terni, 402 mila chilometri da percorrere in sei settimane: ecco la nuova sfida di ‘Beat the Street’

Torna l’iniziativa della fonazione Adi Onlus: obiettivo nutrizione e ambiente

Terni, 402 mila chilometri da percorrere in sei settimane: ecco la nuova sfida di ‘Beat the Street’
Il parco della Passeggiata

Torna l’iniziativa promossa dalla fondazione Adi Onlus, l’associazione italiana di dietetica e nutrizione in collaborazione con il Comune che punta a coinvolgere la città a partire dalle scuole. L’evento consiste in una sorta di gara tra cittadini invitati a percorrere, a piedi o in bicicletta, brevi tragitti tra i quartieri e parchi di Terni. «L’obiettivo per l’edizione 2016 – spiegano gli organizzatori in una nota – sarà percorrere, nelle sei settimane in cui la sfida avrà luogo, un viaggio lungo almeno 402 mila chilometri».

Come funziona Ogni partecipante avrà una smartcard che, avvicinata ad appositi lettori su colonnine dislocate in varie zone della città, registrerà la distanza percorsa in ogni tragitto, sommandola alla distanza totale dalla propria squadra e dall’intera comunità. L’evento, che lo scorso anno ha riscosso un notevole successo portando i cittadini a raggiungere un totale di 365 mila chilometri percorsi, nasce per incoraggiare cambiamenti nelle abitudini verso stili di vita attivi, in un’ottica generale che punta a intendere il benessere dei cittadini in senso globale.

Evento che cresce «Siamo particolarmente felici di ospitare per la seconda volta un evento che è stato accolto lo scorso anno con qualche scetticismo e che invece, nel corso delle settimane, ha riscontrato un interesse crescente – dichiara l’assessore all’Ambiente Emilio Giacchetti – Un’iniziativa che ha colto nel segno, stimolando la sensibilità verso la sostenibilità ambientale. Grazie a questo evento la comunità ternana ha potuto sperimentare stili di vita diversi, più dinamici e più in linea con un contesto urbano che dovrebbe indurre a scegliere di spostarsi da un luogo all’altro della città ricorrendo a forme di mobilità alternativa. Al di là dell’ottimo risultato quantitativo raggiunto dalla prima edizione, ovvero il numero complessivo di chilometri percorsi, il successo più grande si è avuto in termini di aggregazione, a partire dai bambini e dalle loro famiglie, per estendersi più in generale a tutta la comunità, un risultato che ci aspettiamo anche da questa edizione».

Studenti coinvolti «Ben vengano progetti come questo che coincidono con un’idea di educazione a tutto tondo – aggiunge l’assessore alla Scuola Carla Riccardi – Beat the Street, così come altri eventi a cui le scuole e gli studenti partecipano durante il corso dell’anno, rappresentano un’occasione per educare i bambini e i ragazzi alla salute e a diventare cittadini attivi. A breve avrà luogo la Marcia della pace di Assisi e vorrei unire idealmente le due iniziative e ricondurle all’interno di questo concetto ampio di educazione intorno al quale la scuola sta lavorando con grande impegno».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250