domenica 25 settembre 2016 - Aggiornato alle 14:15
6 luglio 2016 Ultimo aggiornamento alle 09:41

Ternana femminile: Fere battono il Grifo e vanno alle finali nazionali del Trofeo Coni

La società rossoverde mette a segno un altro colpo di mercato: ecco Maite

Ternana femminile: Fere battono il Grifo e vanno alle finali nazionali del Trofeo Coni

La Ternana Calcio Femminile vince la fase regionale del Trofeo Coni disputata a Magione e va alle finali nazionali con le Ferelline categoria giovanile 2003 e 2004. La prima squadra invece per la prossima stagione può contare sulla spagnola Maite Garcia De La Montaña.

Ferelline Guidate da Mister Neka le piccole rossoverdi battono le pari età della Grifo Perugia e una compagine del comprensorio del Trasimeno esordiente nella categoria femminile, aggiudicandosi il diritto di giocarsi lo scudetto a settembre. Un grande traguardo a coronamento di una stagione importante per l’intero settore giovanilerosoverde. Prossimo impegno la corsa scudetto di categoria: Ferelline al confronto con le migliori squadre d’Italia. «Sono molto felice di questo traguardo perché tutte le ragazze lo meritano, ci siamo presentate con tante piccole in grado di far vedere un buon calcio, in modo sportivo e passionale – commenta soddisfatta mister Neka -, siamo felici che il Coni abbia visto in noi una società che punta sul settore giovanile in modo vero. Questo è quello che ci interessa ora come ora insieme alla società, crescere le bimbe con la maglia della Ternana addosso».

Ternana femminile In prima squadra dopo dopo Tainã Santos e le conferme di Pascual, Bisognin e Neka si aggiudica le prestazioni sportive della top player spagnola ed ex Capitano del Burela: Maite. Vera e propria anima della squadra galiziana in questi ultimi cinque anni, con la squadra arancio-nera ha vinto tutto spradoneggiando addirittura due stagioni or sono conquistando uno storico triplete. Un curriculum che fa sgranare gli occhi anche solo a scorrerlo velocemente in cinque anni: due lighe spagnole (2012-013 e 2015-16), una coppa di Spagna (2013), una Supercoppa (2015) e due Coppa Galicia (2014 e 2015). Un profilo di altissimo livello sportivo e personale quello di Capitan Maite, basta dire che nella sua ultima partita in maglia arancio-nera al Palazzetto Polideportivo Municipal Vista Alegre di Burela 1.400 persone si sono alzate in piedi e hanno applaudito per circa cinque minuti l’uscita della numero 17, che a sua volta non ha potuto trattenere le lacrime e ringraziare il pubblico galiziano. Questa è Maite Garcia De La Montaña che dopo cinque anni ha lasciato i suoi colori, quelli vincenti del Burela nel nord della Spagna, per indossare il rosso e il verde della calda Terni.

Calciomercato «C’è poco da dire, qua parlano i trofei e la carriera di questa giocatrice; una delle migliori top player di Spagna. commenta il direttore generale Damiano Basile -, per me è un orgoglio che atlete del genere vengano in Italia per indossare la maglia della Ternana e sono felice in particolar modo di Maite perchè ha un profilo da Fera vera. Attaccamento alla maglia e spirito guerriero in campo, quando più di mille persone si alzano in piedi per applaudirti nei tuoi ultimi secondi con la loro maglia significa che sei entrata nella storia oltre che come atleta anche come persona e per questo non ci sono coppe o sodi che tengano». «Sono stata al Burela per 5 anni e con molto sacrificio sono riuscita a vincere tutto. Per questo desidero arrivare in Italia per cercare nuovi stimoli sportivi e perchè è un ricambio emozionale del quale ho bisogno per sentirmi sempre competittiva. Da tempo volevo provare il campionato Italiano, la Ternana ha mostrato molto interesse nei miei confronti. Ed io voglio essere al livello delle loro aspettative». Maite, una guerriera in campo che si innamora di chi la ospita: «Sono una ragazza con un credo ben preciso, il lavoro è sacrificio, ma sono anche semplice e vicina alla gente, magari anche è anche per questo motivo che sono riuscita a guadagnarmi l’affetto della tifoseria in quella che è stata la mia casa in questi ultimi anni, magari con il tempo potrò guadagnarmi anche l’affetto di voi ternani».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250