venerdì 30 settembre 2016 - Aggiornato alle 00:07
2 settembre 2016 Ultimo aggiornamento alle 15:08

Ternana, Carbone promuove il mercato e punta il Cittadella: «Siamo pronti, voglio concentrazione»

Il tecnico su Avenatti, Falletti e Masi: «Sono loro i nostri acquisti, lavoriamo ai rinnovi»

Ternana, Carbone promuove il mercato e punta il Cittadella: «Siamo pronti, voglio concentrazione»

di Massimo Colonna

«Voglio dare una mia impronta alla squadra, partendo dalla difesa a tre e poi adattandosi alla partita e all’avversario». Lavora anche sulla testa Benito Carbone, il mister della Ternana pronto all’esordio delle Fere in campionato contro il Cittadella. Il tecnico approva anche il mercato, con Avenatti, Falletti e Masi che «sono i nostri migliori acquisti». E poco importa se il secondo centravanti non è arrivato.

Il mercato Le prime riflessioni dell’allenatore manager delle Fere, durante la conferenza di presentazione della seconda giornata di campionato (la prima contro il Pisa come noto è stata rinviata), sono proprio sui volti nuovi della Ternana. «Sono soddisfatto delle operazioni perché abbiamo giocatori per ogni ruolo. Tutti nomi che ho voluto io e che penso possano fare bene nel nostro progetto».

Uruguaiani e Masi «Un nuovo centravanti? Non ci serviva. Puntiamo molto su Avenatti e sulla sua voglia di riscatto. Lo stesso vale per Falletti e Masi. Lo so che ora si apre la partita del rinnovo del contratto, ma facciamo una cosa per volta. Intanto sono rimasti con noi, poi penseremo al nuovo accordo. In attacco siamo coperti, anche perché penso a diverse soluzioni. Non solo 3-5-2, ma anche 3-4-3. Cambiando modulo non posso tornare alla difesa a quattro, ma davanti abbiamo giocatori che possono cambiare ruolo senza snaturarsi».

Filosofia Carbone insiste molto sull’aspetto psicologico. «Il mio obiettivo qui – spiega – è di creare un gruppo che magari in campo può sbagliare qualcosa a livello tecnico, può capitare e lo capisco visto che sono stato giocatore anche io. Ma l’importante è che si crei un clima per cui non deve mai mancare l’impegno e il rispetto per la maglia».

Leader silenzioso Su questo il mister ha parole di elogio per due giocatori: Falletti e Surraco. «Falletti è un leader silenzioso. Lavora con serenità e si impegna tantissimo: è sempre l’ultimo a lasciare il campo negli allenamenti e dà sempre dimostrazione di grande professionalità. E’ un leader, a suo modo. E poi tecnicamente può giocare in diversi ruoli, senza problemi. Un giocatore che mi ha stupito molto è Surraco, perché da quando sono arrivato si è messo a disposizione e si sta allenando alla grande. Credo che davanti, anche grazie al loro apporto, avremo diverse soluzioni da giocarci».

Il Cittadella Sabato sera però finisce il tempo delle prove e inizia il campionato. Il Cittadella è lanciatissimo dopo la vittoria in trasferta sul campo del Bari, una delle formazioni date per meglio attrezzate per i primi posti del torneo. «Loro sono molto bravi. Dobbiamo stare attenti in particolare alle loro giocate in verticale, le imbucate, e ai calci piazzati. Ma vedo i ragazzi molto concentrati e sono sicuro si farà un grande match».

@tulhaidetto

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250