sabato 1 ottobre 2016 - Aggiornato alle 12:23
20 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 18:36

Taglio del nastro al ‘Flower show’, Perugia è capitale del verde tra farfalle e piante insolite

Dagli agrumi liguri all'Hydrangee, dai nuovi ibridi di rose, alle camelie, orchidee e carnivore tra le più ricercate

Taglio del nastro al ‘Flower show’, Perugia è capitale del verde tra farfalle e piante insolite

Inaugurata la tredicesima edizione di Perugia Flower Show, mostra-mercato di piante rare e inconsuete, che colorerà i Giardini del Frontone fino a domenica.

Il taglio del nastro A tagliare il nastro dell’evento botanico sono state venerdì mattina l’assessore regionale Fernanda Cecchini e l’assessore del Comune di Perugia Cristiana Casaioli, che hanno espresso ammirazione per una una manifestazione che ha come obiettivo quello di valorizzare il comparto florovivaistico nazionale, facendo diventare Perugia la capitale del verde di qualità per un weekend.

Le curiosità Tante le novità presentate dagli espositori presenti che si muovono da tutta Italia: agrumi provenienti dalla Liguria, Hydrangee fra le più ricercate, nuovi ibridi di rose, camelie, orchidee botaniche, carnivore, pelargoni odorosi, mediterranee e ancora delle acquatiche provenienti dalla Thailandia, piante del benessere e collezioni di aromatiche tutte da scoprire. A fare da contorno sezioni dedicate all’arredo da giardino e per la casa, artigianato di qualità ed eccellenze enogastronomiche.

Attività culturali La manifestazione si caratterizza ancora più rispetto alle scorse edizioni per il calendario delle attività culturali che si alterneranno fino a domenica sera: molti saranno i laboratori sia per gli esperti che vogliono imparare tecniche e apprendere informazioni sempre diverse, sia per i nuovi appassionati, curiosi di entrare nel mondo del giardinaggio, apprendendo le basi e sviluppando così il proprio pollice verde.

Lancio delle farfalle Grande attesa per il lancio delle farfalle che si terrà sabato alle 16. Sarà un appuntamento da non perdere con centinaia di farfalle, dei bellissimi esemplari di Macaone. Questo spettacolo della natura oltre ad essere un momento estremamente emozionante avrà in sé anche il nobile fine di ripopolare la natura con questi insetti impollinatori che svolgono una funzione preziosissima nella riproduzione di molte specie vegetali e per l’equilibrio dell’ecosistema. Subito dopo alle ore 17 il maestro giardiniere Carlo Pagani, garden designer e fra i più famosi esperti botanici d’Italia, presenterà per la prima volta in Umbria il suo nuovo libro “Rose perdute e ritrovate”: protagonista del volume è la sua collezione di rose antiche, descritta in oltre cento schede varietali; a fare da contrappunto a ciascuna scheda, puntualizzazioni narrative di entrambi gli autori e suggestioni poetiche di varia provenienza. In aggiunta, preziosi consigli sulle tecniche di coltivazione, gli utilizzi in cucina, in fitoterapia e nella cosmesi, oltre a suggerimenti su come impiegare le rose antiche per mantenere vivo il galateo, le credenze astrologiche e l’arte di progettare i giardini.

Gli altri appuntamenti Tanti eventi di rilievo coloreranno di verde anche la domenica: alle ore 16 da non perdere per tutti i piccoli amici della manifestazione sarà “Una scuola da orto: i diritti vanno coltivati!”, in cui gli alunni della classe 5° insegneranno ai loro coetanei a coltivare il proprio primo orto. Immancabile ormai in manifestazione lezioni di entomologia per bambini. Se l’anno scorso l’attenzione era rivolta all’insetto stecco e al mimetismo nel mondo animale, quest’anno si parlerà di api insieme al dipartimento di Scienze agrarie, alimentari e ambientali dell’Università degli studi di Perugia e all’azienda ‘Apicoltura Galli’, premiata per la produzione del miglior miele Millefiori d’Italia (premio Tre gocce d’oro). Alle 17 dunque si imparerà a leggere “Il linguaggio delle api”: come gli uomini, anche le api comunicano tra loro con un linguaggio tutto speciale, se ne parlerà tramite un’arnia didattica e a seguire poi una degustazione guidata di miele alla scoperta delle proprietà meno conosciute di questo prodotto d’eccellenza.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250