domenica 9 dicembre - Aggiornato alle 21:24

Grifo, niente scherzi al «Dei Pini». In dieci uomini per mezz’ora, il Perugia espugna Viareggio 0-2

di Giovanni Baricca

VIAREGGIO 0 – 2 PERUGIA
VIAREGGIO (4-3-3):
Gazzoli; Celiento, Lamorte, Conson, Falasco (1’st Romeo); Galassi, Gemignani (15’st Pizza), Della Latta (1’st Rosafio); Peverelli, Vanncchi, De Vena. A disp.: Furlan, Mancini, Gerevini, Fabiani. All.: Lucarelli.
PERUGIA (4-3-3): Koprivec; Conti, Massoni, Scognamiglio, Comotto; Moscati, Filipe, Nicco (39’st Vitofrancesco); Insigne (15’st Sprocati), Eusepi, Fabinho (47’st Mazzeo). A disp.: Stillo, Daffara, Sini, Mungo, Gazzoli. All.: Camplone.
RETI: 18’pt Eusepi, 38’pt Fabinho.
ARBITRO: Antonio Di Martino di Teramo.
NOTE: spettatori 1500 circa, di cui 250 provenienti da Perugia. Ammoniti: Massoni, Falasco, Comotto. Espulsi: Comotto (17’st) per somma di ammonizioni. Angoli: 5-7. Recuperi: pt 0′, st 4′.

La fotogallery

Primo tempo

1′ Partiti!
15′ Pronti-via e Grifo all’assalto. Ci prova Insigne (verticalizzazione di Eusepi) ma Gazzoli respinge, ritenta Moscati (tap-in a seguire) ma l’estremo difensore nega di nuovo. A bordo campo, Lucarelli smanaccia e strilla all’indirizzo dei suoi, Camplone è composto. Nel prepartita vigorosa stretta di mano tra i due tecnici. 8′: Moscati calcia dalla bandierina e Scognamiglio, indisturbato, incorna sul fondo. Viareggio non pervenuto, al momento. L’azione toscana è limitata al contenimento, ogni velleità offensiva (ripartente rapide, appena accennate) viene spenta sul nascere dalla cerniera di centrocampo del Perugia.
18′ GOL PERUGIA «One man show» di Fabinho che fa coast to coast, salta tre uomini e serve Eusepi per il gol del vantaggio biancorosso.
30′ Al 16′ sono gli ospiti a rilanciare il contropiede: Nicco calcia, Gazzoli devia in calcio d’angolo. Poi la rete di Eusepi, propiziata da Fabinho, ancora una volta su contropiede. Tre minuti più tardi i biancorossi ci proveranno di nuovo: altro break e ripartenza, stavolta di Insigne, che Nicco spreca nel tentativo di triangolare con il baby napoletano. Il primo squillo bianconero? Al 29′ della prima frazione: Vannucchi spara, Koprivec (con qualche difficoltà) blocca in due tempi.
38′ GOL PERUGIA Nuova rincorsa del Perugia a spiazzare la retroguardia locale, colta ancora in contropiede, e nuovo acuto di Nicco: Fabinho, servito sulla corsa, non può sbagliare. Viareggio 0, Perugia 2.
45′ Il predominio ospite si concretizza soprattutto sulle corsie laterali: dove Fabinho dà tre piste a ogni avversario, al face to face, sia in allungo che sul breve. E dove a turno, a seconda del momento, Nicco e Moscati prendono palla e duettano con Eusepi. Il centravanti si guadagna la pagnotta a suon di spallate, contrasti rudi e cattiveria. Il Viareggio, quello visto fin qui, è davvero poca cosa.

Secondo tempo

1′ Squadre di nuovo sul rettangolo di gioco. Camplone congela l’undici del primo tempo, Lucarelli richiama in panchina Della Latta e Falasco e manda in campo Romeo e Rosafio.
15′ Il 4-3-3 umbro è un 4-3-3 puro. Quello toscano – e chi ha seguito il precampionato del Perugia, con Lucarelli in panchina, non si starà certo stupendo – è un 4-1-4-1 che fa del muro contro muro, dell’occlusione degli spazi la sua arma migliore. Finora inefficace, anzi controproducente la strategia del livornese. Al 7′ Gazzoli pasticcia, con il pallone tra i piedi, e a momenti non ne approfitta Eusepi. Il Viareggio fa capolino con Vannucchi (troppo decentrato, l’unico effetto della sua fatica è un giallo a Comotto), ma l’attaccante è isolato, può poco o niente contro la fila di lucchetti (bravo Massoni, bravo Scognamiglio) umbri.
17′ Perugia in dieci uomini: espulso Comotto per somma di ammonizioni
30′ Super Koprivec al 16′. Vannucchi calcia una punizione interessante, la barriera spizza ma il pallone passa, il guardia di porta biancorosso non si lascia ingannare, stringe i pugni e respinge lontano. Poco dopo, il patatrac che costringe gli umbri in dieci uomini: Comotto, sotto gli occhi di Camplone, commette fallo e rimedia la seconda ammonizione di giornata. Il rosso arriva di conseguenza. Il Perugia si sistema di conseguenza: 4-4-1, con Moscati terzino mancino e con Eusepi unica punta. A Fabinho e Sprocati il compito di accorciare, di volta in volta, su prima punta e mediani. Al 24′, in mischia, sugli sviluppi del corner calciato da Sprocati, Filipe manca il bersaglio (allora sguarnito), da due passi. Alla mezz’ora, Fabinho cambia per Sprocati ma il suo diagonale (contropiede due contro quattro) viene bloccato senza problemi da Gazozli. Vannucchi (31′) taglia l’area con un cross rasoterra che Rosafio non aggancia: occasione sciupata.
45′ In uscita disperata, Koprivec intercetta la sciabolata di Peverelli e scippa la sfera dai piedi di Romeo. Il Viareggio a questo punto ha quattro punte, e ogni offesa bianconera si trasforma in un quattro contro quattro o, peggio, vedi intervento salvatutto di Scognamiglio, al 38′, in un cinque contro quattro. Altro calcio di punizione per il Viareggio, altra bordata di Vannucchi, altra parata di Koprivec. Sprocati (43′) perde palla e Celiento ne approfitta: apparecchia per Romeo, ma l’attaccante (scomposto) si divora la chance, alle stelle.

Viareggio-Perugia: le interviste

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.