Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 16 maggio - Aggiornato alle 21:18

Verso i playoff, Palacio pericolo numero 1. Attacco ‘mobile’ per il Grifo di Alvini

Sabato l’attesissima sfida di Brescia, con il Perugia che deve vincere per passare il turno. Le mosse del tecnico

De Luca contrastato ©Fabrizio Troccoli

Polemiche e non, dopo la sfida dello scorso 1 marzo vinta dal Brescia, con il Grifo che gridò di rabbia per il famoso rigore non concesso (nemmeno rivisto al Var) dall’arbitro Miele di Nola, c’è tanta voglia di rivalsa in casa biancorossa. E in casa Perugia si sa bene che il pericolo numero 1 risponde al nome di Rodrigo Palacio. L’attaccante argentino, detto ‘El Trenza’, 40 anni, palla al piede è ancora in grado di ‘creare calcio’ e di fare la giocata che vale la partita. Lo sanno bene i Grifoni battuti proprio dalle giocate dell’ex interista. E allora Alvini è pronto, come sempre, a giocare di squadra tenendo particolarmente presenti le qualità del puntero sudamericano. Che con ogni probabilità sarà affiancato da Moreo. Il Perugia potrebbe per questo rinforzare il centrocampo con gli arretramenti di Santoro, uomo a tutto campo. In grado di bloccare l’inizio della manovra bresciana ed al tempo stesso di supportare De Luca in avanti. Chissà che, considerate le non perfette condizioni fisiche di Matos, ci sia una chance dall’inizio per D’Urso. Per una specie di modulo ad ‘albero di Natale’, un attacco mobile con De Luca come detto riferimento offensivo. Ed Olivieri e Carretta pronti a gara in corso. Perché la sfida potrebbe essere lunga, considerato che se sussistesse la parità al 90′ si andrebbe ai supplementari. Per la serie, ogni dettaglio sarà decisivo. Perché siamo ai playoff.

Tifosi del Perugia in fermento, esauriti gli oltre 1000 biglietti per Brescia

I commenti sono chiusi.