venerdì 6 dicembre - Aggiornato alle 20:18

Una prima ‘Sagrantino running’ di successo tra sport, paesaggio ed eccellenze enogastronomiche

La due giorni tra i paesi, i filari e le cantine del Sagrantino ha visto arrivare oltre mille sportivi ed appassionati da tutta Italia

Sagrantino running

È bastata solo una prima edizione, suggestiva ed intensa, per far entrare la Sagrantino Running (2-3 novembre) nel cuore di tutti, sportivi e appassionati di bellezze paesaggistiche ed enogastronomiche. Un evento che ha infatti unito allo sport il piacere di correre nell’ambiente che contraddistingue le terre di questo storico vitigno. “Complimenti, organizzazione perfetta, gara bellissima, tracciati da lasciare senza fiato, posti magnifici, scenari unici, uno degli enotrail più belli mai corsi, sicuramente da consigliare agli amanti del trail running e non solo”: gli organizzatori hanno voluto segnalare messaggi come questi arrivati a conclusione delle gare per sottolineare i primi riscontri finali, più che positivi e che lasciano ben sperare per il futuro di questa suggestiva manifestazione. “Oltre agli apprezzamenti – spiegano gli organizzatori della Moow srl –, in ogni caso faremo tesoro anche di tutti i consigli che stanno arrivando per migliorare il servizio nei confronti dei partecipanti. È stata una bellissima due giorni, per un evento che ha messo insieme enologia e running, territorio e sport, con corse, camminate, degustazioni e varie iniziative tra i paesi, i filari, le cantine ed i paesaggi del Sagrantino”.

Oltre mille persone Sono arrivate nei due centri nevralgici di Montefalco e Bevagna, tra iscritti e accompagnatori, oltre mille persone, con più della metà di iscrizioni registrate provenienti da fuori regione. Quelle dal Lazio, Toscana e Lombardia le presenze più numerose. “Oltre all’aspetto sportivo – proseguono gli organizzatori – ci piace sottolineare la bella e integrata promozione che è stata fatta anche del territorio con le strutture ricettive piene, sia quelle convenzionate che tutte le altre, e con i social che hanno fatto da cassa di risonanza importante. Ringraziamo anche tutti i partner che ci hanno affiancato e i Comuni di Montefalco, Bevagna, Giano dell’Umbria, Gualdo Cattaneo per il patrocinio e il Consorzio Tutela Vini Montefalco e l’Associazione Strada del Sagrantino per la collaborazione”. Atleti corridori e sportivi, grandi e piccoli, insieme agli accompagnatori, famiglie e appassionati di camminate e di enogastronomia, hanno quindi composto il variegato pubblico di partecipanti che non sono voluti mancare alla prima edizione di un evento che ha messo sotto i riflettori benessere, salute, paesaggio, cultura, arte ed enogastronomia. Molto ricco infatti il programma della due giorni che ha toccato oltre a Montefalco e Bevagna anche i territori di Gualdo Cattaneo e Giano dell’Umbria.

Gare Le due competitive trail-running di 26 km (Trofeo Perticaia) e 13 km (Trofeo Terre de la Custodia) con partenza e arrivo a Montefalco sono state belle, faticose e divertenti, come si conviene a delle gare di trail. Sono state gare vere tra fango, pioggia, sole, salite impegnative e discese insidiose, sentieri sterrati, strade bianche e parzialmente asfaltate, in uno scenario meraviglioso fatto di vigneti e uliveti con i colori dell’autunno. Con i runners che hanno corso anche passando al fianco delle botti dove il vino riposa e delle foglie rosse di sagrantino che proprio in questo periodo dell’anno assumono un particolare e unico colore che lo contraddistingue da altri vigneti. E che hanno corso anche al fianco di un atleta come Giorgio Calcaterra, ultramaratoneta e tre volte campione del mondo, la principale “star” di questa prima edizione. Calcaterra, che ha partecipato alla 13 km, si è aggiudicato quindi la prima posizione (tempo 00:57:19) nella classifica maschile degli assoluti per il Trofeo Terre de la Custodia. A seguire, secondo e terzo, Alessio Biagioni (tempo 00:58:31) e Marco Francia (tempo 01:02:21). Tra le donne invece: prima Sara Cortona (tempo 1:11:01), seconda Emanuela Varasano (tempo 1:11:23) e terza Maria Luisa Meniconi (tempo 1:14:33). Questa invece la classifica per i primi tre uomini del Trofeo Perticaia di 26 km: Maurizio Testa (tempo 1:55:09), Alex Tucci (tempo 1:56:15), Giuseppe Minici (tempo 1:57:42). Per la classifica degli assoluti femminile invece: Patrizia Gianninni (tempo 2:21:25), Giulia Morbidelli (tempo 2:22:14), Monica Alfano (tempo 2:23:36).

Camminata Ma la Sagrantino Running è stata inoltre, sempre con partenza da Montefalco, anche la competitiva ‘Sagrantino running Kids’ per gli atleti più giovani (con le categorie Pulcini, Esordienti, Ragazzi, Cadetti, Allievi e incasso devoluto all’associazione Avanti Tutta Onlus) e una ‘Nordic Walking’ per i professionisti del trekking. Tutto ha avuto però inizio sabato 2 novembre con la non competitiva ‘EnoGastroCamminata del Sagrantino’ (13 km) per appassionati e famiglie con partenza da Bevagna (piazza Silvestri). Una ulteriore offerta, che ha avuto ulteriormente un grande apprezzamento da parte dei 350 partecipanti, per dare l’opportunità a tutti, podisti e non, di poter percorrere 13 km tra le bellezze paesaggistiche di questo angolo d’Umbria: una passeggiata e percorso enogastronomico tra vigne e cantine che ha permesso di degustare vini e assaporare prodotti umbri d’eccellenza.

I commenti sono chiusi.