Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 30 novembre - Aggiornato alle 20:23

Un Grifo opaco manca il balzo in vetta, nel derby il Gubbio impone il pari

Prestazione incolore dei biancorossi, sempre in serie positiva (0-0). Sgarbi e Sounas vicini al gol, ma poche occasioni e troppo nervosismo

Una fase del match (Troccoli)

di Daniele Sborzacchi

Un opaco Perugia manca il sorpasso in vetta e deve accontentarsi di un pari nel derby testacoda col Gubbio. Un Grifo poco brillante rispetto ad altre occasioni, quasi mai incisivo in attacco e scarsamente lucido si fa ingabbiare dalla formazione di Torrente, che nel finale ha provato anche il colpo gobbo mostrando tenuta fisica e personalità. I biancorossi invece perdono una gran bella occasione per balzare al comando del girone, una prestazione condita da un eccessivo pizzico di nervosismo per i ragazzi di Caserta (sempre in serie utile di risultati, otto), incapaci di trovare gioco e concretezza in una sfida resa ancor più difficile dal forte vento.

FOTOGALLERY – Perugia senza guizzi, solo un punto contro il Gubbio

La partita Il primo tempo regala poche emozioni, gli eugubini si chiudono e provano a ripartire in velocità, mentre il Perugia manovriero tiene in mano il bandolo della matassa senza però trovare il guizzo. Sono due le occasioni da gol, una per parte con Ferrini che svetta e mette fuori e Sgarbi che tutto solo esalta i riflessi del giovane Cucchietti. Per il resto qualche tiro debole o fuori misura (Rosi, Minesso, Moscati e Pasquato da ottima posizione per gli ospiti) e buon ritmo con tanto agonismo mentre lo spettacolo latita. I Grifoni capiscono di dover osare di più, così la ripresa si apre con Sounas che una bella sgroppata si libera per il fendente a giro, messo in angolo dall’ottimo Cucchietti. Il Gubbio però non molla ed anzi, con Malaccari si fa pericoloso dalle parti di Fulignati con l’estremo biancorosso costretto alla deviazione provvidenziale in tuffo. Ci prova anche Melchiorri con la torsione di testa sul primo palo, senza fortuna. La partita si mantiene viva insomma, Caserta getta nella mischia Bianchimano che va in rete ma a bandierina dell’assitente alzata (fuorigioco); il Perugia cerca i tre punti con insistenza ma anche con poca lucidità facendo così il gioco degli ospiti. Che nel finale esibiscono una buona condizione fisica andando anche vicini al clamoroso blitz (Fulignati respinte il bel sinistro di Pasquato), mentre Dragomir mette alto il sinistro da fuori area. E’ l’ultimo sussulto, rammarico per il Grifo, pari che fa morale per i rossoblù.

Perugia – Gubbio 0-0
PERUGIA (3-5-2): Fulignati; Sgarbi (32′ st Crialese), Angella, Monaco; Rosi, Moscati (13′ st Dragomir), Burrai, Sounas (32′ st Kouan), Favalli (13′ st Elia); Melchiorri, Minesso (20′ st Bianchimano). A disp.: Bocci, Baiocco, Lunghi, Vanbaleghem, Falzerano, Tozzuolo, Cancellotti. All.: Caserta.
GUBBIO (4-3-1-2): Cucchietti; Cinaglia (13′ st Munoz), Uggè, Signorini, Ferrini; Malaccari, Megelaitis, Oukhadda; Pasquato (43′ st Lovisa); Gomez, Gerardi (25′ st De Silvestro). A disp: Zamarion, Montanari, Migliorelli, Pellegrini, Sorbelli, Gaia. All.: Torrente.
ARBITRO: Bordin di Bassano del Grappa (assistenti Casp-Pellino, IV ufficiale Pashuku)
NOTE: Ammoniti Sgarbi, Elia (P), Gomez, Ferrini (G). recupero pt 1′, st 4′.

I commenti sono chiusi.